AENAON – Cendres Et Sang

Pubblicato il 16/07/2011 da
voto
7.0
  • Band: AENAON
  • Durata: 00:52:54
  • Disponibile dal: 14/06/2011
  • Etichetta:
  • Code666
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

L’ascesa della scena greca non sembra subire arresti: dopo l’acclamato ritorno sulle scene dei SepticFlesh ed il marciume messo in musica dai Necrovorous ecco comparire dal nulla il debut degli Aenaon, quartetto dedito ad un avantgarde che non ha nulla da invidiare ai grossi nomi della scena. Difficile inquadrare la proposta del quartetto di Larissa, vista l’abbondanza di particolari eccentrici racchiusi in questo debutto, introdotto dalle suadenti note di un saxofono: la quantità di elementi racchiusi nell’opera non inficia l’aggressività delle composizioni, elemento sempre in primo piano in tutte e dieci le tracce incluse nell’opera. Contrariamente all’impenetrabilità di molte opere dello stesso genere, gli Aenaon riescono a convincere dopo pochi ascolti, merito soprattutto della freschezza ed irruenza del comparto chitarristico delle formazione: i riff taglienti e dotati di buona complessità bastano da soli a fornire un buon spessore al lavoro, rendendo immediata e talvolta catchy – il riff iniziale di “Psychonautic Odyssey” e le melodie di “Necroscope” parlano da sole – la proposta del combo greco. Il lato più diretto ed aggressivo viene a galla nelle veloci “Grand Narcotic Harvest” e “Kraanerg”, tracce che affiancano un riffing prettamente black metal break spezzacollo, samples, parti in cantato femminile, arpeggi acustici oltre che ad intermezzi in cantato pulito. La particolarità delle melodie dell’opera sopperisce in qualche caso – “Once Finite” ne è un valido esempio – a qualche calo di ispirazione presente nel lavoro, contribuendo a mantenere su un buon standard qualitativo l’intera opera: riuscita e perfettamente integrata con il mood dell’album la cover di “In Heaven”, pezzo di David Lynch incluso nel film Eraserhead. Pur con qualche leggera caduta di tono “Cendres Et Sang” centra senza troppi problemi l’obiettivo e considerato che si tratta della prima pubblicazione ufficiale della formazione non possiamo che ben sperare per il futuro di questa giovane promessa greca: conclude il quadro una produzione assolutamente all’altezza ed un artwork che ben si integra con la particolarità della musica degli Aenaon. Un succulento inizio di carriera.

TRACKLIST

  1. Kafkaesque
  2. Suncord
  3. Psychonautic Odyssey
  4. Grand Narcotic Harvest
  5. Once Finite
  6. Carnivora's Lair
  7. Necroscope
  8. Kraanerg
  9. Black Nerve
  10. In Heaven
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.