AFFLICTION VECTOR – Death Comes Supreme

Pubblicato il 01/10/2020 da
voto
7.0
  • Band: AFFLICTION VECTOR
  • Durata: 00:19:16
  • Disponibile dal: 25/09/2020
  • Etichetta:
  • Argento Records

Spotify:

Apple Music:

Affliction Vector, ossia la definitiva incarnazione estrema di due rappresentanze (passate e presenti, nella fattispecie Ans e Chris) degli sludge metaller Grime. Un progetto la cui nascita non stupisce particolarmente, almeno se si pensa alle forti contaminazioni death metal di un album come “Circle of Molesters” o all’esperienza accumulata dal batterista nei The Secret, ma che riesce comunque a superare le aspettative in virtù di un taglio assolutamente ‘no compromise’ che pesca tanto dalla tradizione dei classici quanto dai caotici abomini di certo underground contemporaneo. Cinque i brani confezionati dal duo friulano per l’occasione; cinque istantanee di odio e pazzia che immortalano i Teitanblood addentrarsi nella cortina cinerea dei Bolt Thrower di “Realm of Chaos”, i Diocletian partecipare ad un rituale satanico in compagnia dei vecchi Mayhem, per una bordata che in appena venti minuti riesce nel duplice intento di imporsi per il suo livello di ferocia e intensità e di onorare l’attaccamento al riff del genere.
Nonostante si viaggi spesso a velocità lancinanti e la produzione appaia ruvida e sporca come da copione, “Death Comes Supreme” non è un mero sfoggio di barbarie che tenta di replicare l’anarchia formale e concettuale di un gruppo come i Revenge; sotto quella che è indubbiamente una matassa di black/death assimilabile solo da chi è già stato svezzato al filone, si nasconde infatti un songwriting attento al suo sviluppo e alle sue dinamiche, in cui assalti all’arma bianca, digressioni apocalittiche e parentesi di pura ignoranza anni Ottanta/Novanta trovano sempre il giusto punto d’incontro. Di sicuro siamo di fronte ad un ottimo punto di partenza per gli Affliction Vector, i quali possono ora ambire al colpo grosso del full-length senza il timore di fare il passo più lungo della gamba. I fan delle band citate e del catalogo Invictus, Norma Evangelium Diaboli e Nuclear War Now! sono pregati di farsi avanti.

TRACKLIST

  1. Voiceless Predictions
  2. A Mere Illusion
  3. The Long Cold Rest
  4. Abandoned into the Madness
  5. At the Dying Sun
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.