AGENDA OF SWINE – Waves of Human Suffering

Pubblicato il 13/07/2008 da
voto
6.0
  • Band: AGENDA OF SWINE
  • Durata: 00:34:24
  • Disponibile dal: 14/07/2008
  • Etichetta:
  • Relapse Records
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

Gli Agenda Of Swine sono la nuova band di Pete Ponitkoff e John Gotelli, rispettivamente ex frontman ed ex batterista dei Benumb, formazione grindcore/powerviolence ora scioltasi, ma molto attiva sino a pochi anni fa, tanto da poter vantare vari full-length e split EP con nomi importanti come Pig Destroyer, Agoraphobic Nosebleed e Premonitions Of War. Le due menti di questo nuovo progetto ritornano sulle scene dopo aver trascorso gli ultimi anni in modi decisamente diversi: il drummer è infatti rimasto legato al mondo della musica con i Vulgar Pigeons, mentre Ponitkoff ha servito nell’esercito americano, spendendo anche un periodo in Iraq. Non c’è quindi da stupirsi che i testi di questo “Waves of Human Suffering”, debut album dei nostri, siano assai arrabbiati e di stampo prettamente politico. La musica, del resto, si presta come poche altre a tematiche di questo tipo. Siamo infatti al cospetto di un platter di grindcore vecchio stampo, vicino allo stile dei Napalm Death dei primi anni ’90, ma con influenze hardcore e thrash metal più pronunciate. Nonostante si conceda un paio di parentesi in midtempo, la tracklist è naturalmente parecchio sostenuta e “in your face”, improntata su una formula che alterna le tipiche sfuriate care al genere a sezioni più groovy e hardcore, che a tratti richiamano i Misery Index. Siamo insomma un po’ lontani dalle finezze che la Relapse Records è solita promuovere negli ultimi tempi: con gli Agenda Of Swine la potente etichetta statunitense ha voluto tornare alle origini e fare un regalo a tutti i grind-maniacs legati alla vecchia scuola. Peccato però che, tutto sommato, il disco non sia niente di eccezionale. Divertente sì, ma, al tempo stesso, troppo ripetitivo e anche alfiere di qualche episodio un po’ piatto. Dopo un paio di ascolti probabilmente sentirete la necessità di rivolgervi a qualche band con più classe… gli stessi Misery Index, ad esempio.

TRACKLIST

  1. Gethsemane
  2. Lost In Apathy
  3. Stains Of Accountability
  4. Decimation Of World Trade, Through Organization
  5. Amongst The Forgotten
  6. Anatomy Of Special Issues: Problem + Contribution Vs. Solution
  7. Eradication Of The Seeds Of Purity
  8. End Of All Ends
  9. Despised Of Inception
  10. Fragments Of Reason
  11. Conditioned For Failure
  12. Devouring The Residual Bile
  13. Persecution, Ascension, Leave Nothing Standing
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.