AGNES VEIN – Soulship

Pubblicato il 23/09/2013 da
voto
7.0
  • Band: AGNES VEIN
  • Durata: 00:37:49
  • Disponibile dal: 01/05/2013
  • Etichetta: Venerate Industries
  • Distributore:

Molto interessante questo “Soulship”, opera seconda dei greci Agnes Vein, terzetto dedito alla riproposizione di una sorta di black doom molto elegante e dal forte afflato epico. I Nostri sono attivi dal 2001, sebbene il primo album “Duality” sia stato pubblicato soltanto nel 2010. Si sente però la capacità di manipolare il songwriting e di scrivere brani che sappiano essere coinvolgenti se non proprio originali. Data la provenienza ed il genere trattato, ci si aspetterebbe una sorta di copia dei Rotting Christ; invece i ragazzi sono bravi a smarcarsi dalla somiglianza più ovvia, andando a pescare in territori meno scontati, quali possono essere Primordial in primis ma anche Triptykon. Sono sei i brani presenti in “Soulship”, tutti piuttosto coerenti tra di loro, sebbene il picco assoluto del lavoro sia senza ombra di dubbio l’iniziale “To Know The God Within”, lunga ed epicheggiante traccia lungo la quale il trio raggiunge picchi di tensione emotiva impressionanti. Dopo una prima parte lunga ed in crescendo, che permette di avvicinarsi all’album in punta di piedi, i ragazzi – pur senza mai oltrepassare il mid tempo – riescono a costruire un muro sonoro tanto potente quanto elegante, sopra al quale si ergono vocalizzi black sgraziati ma efficaci. Chiusura ancora di matrice epic di stampo bathoryano. I successivi due brani calcano la mano sul versante black, più complesso e ritmicamente articolato in “March Of The Netherworld”, decisamente più impattante, ma comunque mai selvaggio “Chaos Cauldron”. La title track rallenta il tiro e si pone a cavallo tra Primordial e Bathory, così come “Eventus”, che in aggiunta riesce ad inserire interessanti passaggi doom molto pesanti ed evocativi. A chiudere ecco la breve “Bloodfiend”, tra spigolosità black e passaggi cupi vicini ai Triptykon ed agli ultimi Celtic Frost. Molto interessante quindi questo “Soulship”, che ci offre tre brani di spessore uniti a tracce di qualità inferiore ma comunque utili ad inquadrare uno stile abbastanza riconoscibile all’interno di una scena sempre troppo standardizzata. Band da tenere d’occhio.

TRACKLIST

  1. To Know The God Within
  2. March Of The Netherworld
  3. Chaos Cauldron
  4. Soulship
  5. Eventus
  6. Bloodfiend
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.