AIDAN – Temno

Pubblicato il 25/02/2015 da
voto
6.5
  • Band: AIDAN
  • Durata: 00:23:43
  • Disponibile dal: 09/02/2015
  • Etichetta:
  • Red Sound Records

Spotify:

Apple Music:

Dopo due anni dal debutto “The Relation Between Brain And Behaviour” tornano gli Aidan con “Temno”. Un EP di quattro pezzi totalmente strumentali dove la cifra stilistica del giovane combo italiano cambia e si evolve. Se nel debutto le venature sludge ed alcune partiture ricordavano i Melvins meno acidi, nei quattro movimenti di “Temno” le atmosfere si fanno un poco più rilassate. Dilatate. “Levnad”, il pezzo in apertura, è un toccante episodio melodico straniante dove gli archi sono protagonisti di un’ emotiva rappresentazione malinconica della vita. Il dinamismo ritmico gioca con grande padronanza di tecnica ed astuzia creativa andando ad impattare con liquide armonie quasi prog. La proposta, soprattutto nel contrasto tra il silenzio e le bordate di post hardcore contenuta in “Il Terzo Escluso”, ci ricorda i Callisto di “Noir” e le fughe sognanti ed un po’ spaziali dei Russian Circles. Le esplosioni rabbiose di chitarra e le telluriche parti ritmiche sono più controllate, filtrate da una maniacale cura nei dettagli presenti in “Temno” in una forma quasi eterea e meno consistente. La bravura degli Aidan sta anche nel non essere a tutti i costi astrusi e troppo complicati nelle soluzioni armoniche. Sperimentano e ricercano la propria personalità sonica con abnegazione e costanza senza essere troppo pretenziosi. Le fughe psichedeliche, arricchite da inserti di dialoghi filmici evidenziano questo concetto, come nella conclusiva “Ora Puoi Scendere Nella Fossa Insieme Alla Tua Musica”, dove divagazioni shoegaze sperimentali si sposano egregiamente con soluzioni squisitamente psichedeliche e dove l’origine del suono degli Aidan esce fuori prepotentemente. “Temno” è un buon episodio che testimonia lo stato di salute di una band che ha ancora molto da dire. Peccato che siano solo quattro episodi. Ci auguriamo che anche il prossimo album possa avere l’eleganza e l’intransigenza artistica di questo.

TRACKLIST

  1. Levnad
  2. Negazione all’Appartenenza/ Appartenenza alla Negazione
  3. Il Terzo Escluso
  4. Ora Puoi Scendere nella Fossa Insieme alla Tua Musica
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.