ALABAMA THUNDERPUSSY – Open Fire

Pubblicato il 20/03/2007 da
voto
7.5
  • Band: ALABAMA THUNDERPUSSY
  • Durata: 00:42:42
  • Disponibile dal: 18/03/2007
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Self
La leggenda narra che gli Exhorder, uno di quei gruppi cosiddetti “minori”, furono la band capace di folgorare sulla via di Damasco un giovanissimo Dimebag Darrell, facendo sì che i Pantera, da ambigui figuri dediti all’hair metal più camp, si trasformassero in un’orda inarrestabile di cowboy tossici. Tutto ciò avrebbe poco a che fare con gli Alabama Thunderpussy se questi ultimi non avessero scelto proprio l’ex cantante degli Exhorder, Kyle Thomas, per rimpiazzare un dimissionario (e a quanto pare piuttosto tossico anch’egli) collega. Così, a quasi tre anni dall’ultimo “Fulton Hill”, la band più spietatamente southern del catalogo Relapse torna a colpire con un album che segna una decisissima sterzata nel songwriting. Addio movenze pachidermiche da stoner band e fughe doom, addio acidi e mescalina. “Open Fire” è un heavy metal album al 100%. Con Thomas a dettare legge dietro il microfono e una coppia di chitarre in stato di grazia, i nostri suonano oggi come un connubio tra certe cose soliste di Ronnie James Dio e le nuove leve dell’indie metal americano (Bible of The Devil in testa). Insomma, metallo pesante e grezzo. “The Cleansing” e “Void Of Harmony”, che aprono l’album, sveglierebbero i morti, e il resto si posiziona poco sotto, grazie anche a una produzione ridotta all’osso e a un songwriting ispirato e sufficientemente ortodosso. Insomma, non saranno più quelli che, in forza alla mitica Man’s Ruin, suonavano come degli Eyehategod imbevuti di bourbon, ma anche nel 2007 gli Alabama Thunderpussy ci sanno fare.

TRACKLIST

  1. The Cleansing
  2. Void Of Harmony
  3. Words Of The Dying Man
  4. The Beggar
  5. None Shall Return
  6. Whiskey War
  7. A Dreamer's Fortune
  8. Valor
  9. Open Fire
  10. Brave The Rain
  11. Greed
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.