ALCOHOLIKA LA CHRISTO – Toxicnology Part 1&2

Pubblicato il 24/02/2007 da
voto
7.0
  • Band: ALCOHOLIKA LA CHRISTO
  • Durata: 01:12:28
  • Disponibile dal: 15/09/2006
  • Etichetta:
  • Locomotive Music
  • Distributore: Frontiers

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Se non avete mai ascoltato un gruppo proveniente dalla lontana Bolivia è forse giunto il momento anche per voi di colmare questa lacuna. Gli Alcoholica La Cristo debuttano nel ’95 ma arrivano oggi al terzo disco, il primo pubblicato sul mercato europeo, dopo una carriera ultra decennale. “Toxicnology” è un concept di vita reale diviso in due parti che si muove fra industrial ed electro-dark, rabbia e disperazione, cantato in quattro lingue differenti (inglese, spagnolo, tedesco e francese). Nell’ora abbondante a sua disposizione la band passa con un attitudine alla Waltari (sottolineiamo attitudine), dal thrash industriale alla Ministry (“Industrial Messiah”), alle melodie techno-dark di “Suenos”. Sebbene queste siano le coordinate principali su cui si assesta l’album, dobbiamo riconoscere come esso sia infestato positivamente da molte altre influenze. “Pene Tration” arriva dove gli ultimi Kovenant hanno fallito, con “La Bestia” sembra di sentire i Sepultura in un gothic club tedesco, mentre echi di Rammstein, Depeche Mode e Nine Inch Nails si possono udire ovunque; il quartetto di La Paz non dimentica le proprie origini (“Raza De Bronce”),  regalandoci alcune sporadiche influenze andine soprattutto nelle ritmiche e per rendere completa la propria proposta si serve di vocals pulite maschili  femminili, screaming, growl, parti recitate e rappate, pianti ed urla di piacere, dolore o rabbia. Gli A.L.C. ci hanno consegnato un disco vario, diretto, semplice nella struttura dei brani e molto, molto kitsch, non inventando tuttavia nulla di nuovo.

TRACKLIST

  1. Glamours Day Of Suicide
  2. Toxicnology
  3. Etienne
  4. Industrial Messiah
  5. Mi Sangre
  6. Desolation
  7. La Bestia
  8. Souffrir
  9. Crimelinks
  10. Dunkel Heit
  11. Depression
  12. Tristezza
  13. Trance La Mort
  14. Raza De Bronce
  15. Desolate
  16. Nazischwein
  17. Pene Tration
  18. Kannibal
  19. Suenos
  20. Witchcraft
  21. Matador
  22. Hiden Track
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.