ALESTORM – Back Through Time

Pubblicato il 09/07/2011 da
voto
7.0
  • Band: ALESTORM
  • Durata: 00:43:06
  • Disponibile dal: 03/06/2011
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Anche gli Alestorm arrivano al fatidico crocevia del terzo album, capitolo comunemente considerato come la prova dell’effettiva qualità di un gruppo. Sebbene la squinternata ciurma “pirate metal” scozzese non abbia mai dimostrato di avere questi grandi numeri nè su disco, nè dal vivo, questa volta esce con un discreto lavoro che mostra diversi miglioramenti. “Back Through Time”, pur lasciando sempre trasparire sempre quel senso di goliardia proprio di una band che non si prende certo sul serio,  rispetto ai precedenti due dischi appare più ispirato come songwriting soprattutto nei ritornelli e meglio curato negli arrangiamenti. L’album è anche piuttosto vario, sempre considerando la proposta musicale e le capacità non certo eccelse dei Nostri. Ecco dunque classici pezzi powereggianti come la titletrack o la più folk e tirata “Midget Saw”, entrambe tanto semplici quanto divertenti, a cui si affiancano episodi più vicini al thrash come “Shipwrecked” o “Buckrfast Powersmash”. In questi due ultimi casi il gruppo ha inserito riff thrashy e ritmiche aggressive che in parte seguono un’altra ciurma di pirati d’oltreoceano forse anche più alcolizzata e casinista: gli Swashbuckle con il loro comico “pirate thrash metal”. Sorprendente invece l’incursone in territori più estremi e quasi alla Dimmu Borgir della lunga e conclusiva “Death Throes of the Terrorsquid” nella cui seconda parte gli Alestorm inseriscono alla loro maniera ma con discreto successo una parte incline al black metal sinfonico. Non manca anche il classico pezzo lento e anthemico, nella fattispecie “Scraping The Barrel”, con la quale il gruppo risponde alle critiche di scarsa originalità soprattutto per via di quanto già fatto dai Running Wild venti e passa anni fa. In effetti, anche se nella recensione abbiamo più volte usato la parola “pirate”, gli Alestorm hanno un approccio totalmente diverso e molto meno serio della band tedesca capitanata da Rock n’ Rolf. Il loro obiettivo è semmai intrattenere con una simpatica e alcolica miscela di power metal, folk, arrangiamenti sinfonici di tastiera e thrash. Con “Back Through Time” ci riescono e per questo, piuttosto che muovere contro di loro facili critiche, preferiamo consigliarli a chi senza grosse pretese vuole passare quaranta minuti abbondanti con un ascolto piuttosto facile, immediato e soprattutto divertente.

TRACKLIST

  1. Back Through Time
  2. Shipwrecked
  3. The Sunk'n Norwegian
  4. Midget Saw
  5. Buckfast Powersmash
  6. Scraping the Barrel
  7. Rum
  8. Swashbuckled
  9. Rumpelkombo
  10. Barrett's Privateers (Stan Rogers cover)
  11. Death Throes of the Terrorsquid
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.