ALICE COOPER – Constrictor

Pubblicato il 31/10/1986 da
voto
6.5
  • Band: ALICE COOPER
  • Durata: 00:37:07
  • Disponibile dal: 22/09/1986
  • Etichetta:
  • MCA Records
  • Distributore: Universal

Spotify:

Apple Music:

Per il suo ritorno discografico dopo tre anni di silenzio, Alice Cooper ha in mente un piano ben preciso: il pubblico vuole uno spettacolo horror e chitarre pesanti? Bene, questo è esattamente quello che riceverà. Assieme alla nuova etichetta, la MCA Records, subentrata alla Warner dopo quasi venticinque anni di collaborazione, il cantante inizia a lavorare su due fronti: costruire una nuova band e rafforzare ulteriormente il legame tra il mondo di Alice Cooper e quello del cinema horror. Per le registrazioni dell’album vengono coinvolti il batterista David Rosenberg, il tastierista Paul Delph, il bassista Kip Winger (che di lì a poco avrà un’eccellente carriera con i Winger) e, soprattutto, il chitarrista Kane Roberts. Quest’ultimo non è un nome particolarmente noto nel panorama metal, eppure risulta fin da subito perfetto per il progetto: un tizio muscoloso, agghindato on stage come Rambo con tanto di chitarra elettrica a forma di mitragliatrice, ed uno stile sufficientemente tamarro e metallico da incarnare alla perfezione lo spirito del suo tempo. Insomma, è il candidato perfetto. Le sessioni di registrazione procedono senza grossi scossoni ed Alice può concentrarsi a ricostruire il suo personaggio: pelle nera, gli immancabili occhi cerchiati, perfino il suo serpente, che finisce per dare il nome al nuovo album, “Constrictor”. A rafforzare il binomio musica-horror, infine, arriva “Venerdì 13 – Jason vive”, sesto capitolo della saga di Jason Voorhees, per il quale viene composto un brano, “He’s Back (The Man Behind The Mask)”, con tanto di foto promozionali che ritraggono i due ‘mostri’ fianco a fianco.
L’impegno profuso da parte di tutti è notevole e la posta in gioco elevata: a posteriori questo rende “Constrictor” un album più importante rispetto al suo effettivo valore artistico. Alice si butta anima e corpo in questo nuovo stile, ma è evidente come l’obiettivo sia soprattutto quello di rimettere in piedi la sua carriera, non tanto quello di creare brani da tramandare ai posteri. Kane Roberts confeziona una manciata di canzoni lineari, che si appoggiano su ritmiche quadrate e semplici, per lasciare spazio allo stile muscolare del chitarrista e alla voce del cantante che non sembra aver perso il tocco magico. I brani sono piacevoli ma quasi mai indimenticabili, spesso rovinati da una produzione smaccatamente anni Ottanta voluta dai produttori Beau Hill e Michael Wagener, che affossa soprattutto la batteria. Si tratterebbe, insomma, del classico album senza infamia e senza lode, se non fosse giusto per qualche meritevole eccezione: “Teenage Frankenstein” è la perfetta apertura per l’album, con il ritornello che si stampa in testa al primo ascolto ed una melodia azzeccata; la già citata “He’s Back (The Man Behind The Mask)” che, al netto delle terribili tastiere, riesce a rendere quell’atmosfera sinistra e scanzonata tipica degli horror più caciaroni; e, soprattutto, “The World Needs Guts”, il pezzo più potente, con un Kane Roberts in grande spolvero ed Alice Cooper graffiante come ai vecchi tempi.
Il rilancio di Alice arriva nei negozi il 22 settembre del 1986 e, finalmente, riesce a riportare il cantante nella Top 100 di Billboard, alla posizione 59, aprendo nuovamente le porta ad una carriera su cui nessuno avrebbe scommesso solo tre anni prima. Ora, però, bisogna superare la prova del fuoco, un nuovo tour mondiale dal titolo inequivocabile, “The Nightmare Returns”.

TRACKLIST

  1. Teenage Frankenstein
  2. Give It Up
  3. Thrill My Gorilla
  4. Life and Death of the Party
  5. Simple Disobedience
  6. The World Needs Guts
  7. Trick Bag
  8. Crawlin'
  9. The Great American Success Story
  10. He's Back (The Man Behind the Mask)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.