ALKEMY – The Ascension

Pubblicato il 31/12/2021 da
voto
7.5
  • Band: ALKEMY
  • Durata: 00:27:20
  • Disponibile dal: 03/12/2021
  • Etichetta:
  • Ad Noctem Records

Spotify:

Apple Music:

A tre anni di distanza dal primo vagito discografico, l’EP “Raw Poetry”, i bresciani Alkemy tornano a farsi vivi con questo “The Ascension”, altro EP di sei pezzi che tiene a battesimo la nuova formazione (curiosamente priva di un batterista). Come novelli alchimisti (nomen omen) i quattro si propongono di mescolare il classico death metal americano con sonorità più moderne, e dobbiamo dire che fin dall’opener “Debris Of A Smile” la missione può dirsi centrata: chitarre taglienti si amalgamano a strutture poliritmiche di matrice djent e rallentamenti quasi deathcore, mentre qualche punteggiatura elettronica impreziosisce il tutto senza mai risultare invadente. La successiva “Horror Vacui” ci ha convinto un po’ di meno nella seconda metà, tra breakdown un po’ telefonati e un abbozzo di voce pulita non perfettamente a fuoco, mentre “After Midnight” spazza via i dubbi con il suo progressive hardcore ad alzo zero contaminato ad atmosfere horror. Dopo tre pezzi ‘a tutta’ con “Desecrating March” i Nostri si giocano una partenza atmosferica, alternando le consuete mazzate a musichette da casa delle streghe ed un utilizzo stavolta centrato del cantato pulito; discorso simile con “Damn Dynamics”, apice del disco grazie alla sua capacità di unire i diversi registri attraverso un taglio quasi cinematografico, ivi compresa un’interpretazione più ‘teatrale’ da parte del frontman. Interessante anche lo svolgimento della conclusiva “Neverending Ascension”, che dopo il classica schema intro atmosferica / partenza tirata (con un mostruoso lavoro di basso) si gioca un bridge a base di scratch squisitamente nu-metal, per poi chiudere in bellezza con una seconda metà di nu-djent atmosferico che ci lascia con l’acquolina in bocca. I nostri alchimisti non avranno forse trovato la pietra filosofale come i Code Orange, ma se il prossimo full-length sarà sulla lunghezza d’onda più sperimentale (quella per intenderci che caratterizza la seconda metà dell’EP) ne sentiremo sicuramente delle belle.

TRACKLIST

  1. Debris Of A Smile
  2. Horror Vacui
  3. After Midnight
  4. Desecrating March
  5. Damn Dynamic
  6. Neverending Ascension
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.