ALL OUT WAR – Dying Gods

Pubblicato il 04/07/2015 da
voto
7.5
  • Band: ALL OUT WAR
  • Durata: 00:29:07
  • Disponibile dal: 23/06/2015
  • Etichetta: Organized Crime
  • Distributore:

E’ un buon momento per gli All Out War: a lungo dati per spacciati (persino da loro stessi!), i newyorkesi un paio di anni fa hanno trovato la forza di ricompattarsi nella lineup che incise il classico “For Those Who Were Crucified”, cosa che prima ha portato ad una serie di fortunatissimi concerti in USA ed Europa e poi alla stesura di una manciata di nuovi pezzi. “Dying Gods” è insomma il risultato di questo periodo favorevole, nel quale la band è finalmente riuscita a raccogliere un po’ di quanto seminato negli anni. Quando il cosiddetto metal-core dei vari Killswitch Engage e As I Lay Dying spopolava, i Nostri venivano visti come dei dinosauri alle prese con un sound totalmente anacronistico; ora invece che la suddetta moda è passata e che, al tempo stesso, in molti hanno scoperto i veri classici del genere, gli All Out War hanno una volta per tutte modo di farsi conoscere ed apprezzare. “Dying Gods”, come prevedibile, spinge parecchio sul fattore orgoglio, mettendo in mostra tutti gli elementi che da sempre fanno parte dello stile del gruppo. Ad eccezione forse di alcune strutture un po’ più elaborate del solito, non si rintracciano novità in questi brani: il quintetto vuole ostentare integrità e unità di intenti e così facendo si affida in toto alla sua formula di sempre. Avanti quindi con un riffing di matrice thrash a metà strada tra Slayer e primi Kreator, avanti con le atmosfere apocalittiche, avanti con le urla viscerali di Mike Score (spesso doppiate da brutali gang vocals) e avanti con le immancabili contaminazioni hardcore e crossover che omaggiano i concittadini Cro-Mags e Carnivore. Su “Dying Gods” non vi è nulla che non sia già stato provato dagli All Out War in carriera; la differenza la fanno la fame e la rabbia della band, che da tempo non si presentava così affiatata e convinta. L’iniezione di fiducia ricevuta nei concerti dell’ultimo biennio ha caricato a mille Score e compagni e si è poi riversata in questa sessione di songwriting. Con l’EP in oggetto i Nostri tornano a tutti gli effetti a far parte degli “intoccabili” della scena: mettete il volume al massimo e con pezzi come “Choking on Indifference” spazzerete via qualsiasi cosa vi si pari davanti.

TRACKLIST

  1. Dying Gods
  2. Vengeance Reigns Eternal
  3. Nothing Left to Bleed
  4. Servants to the Obsolete
  5. Choking on Indifference
  6. Arise (Amebix cover)
  7. God Is Dead (Carnivore cover)
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.