ALL THAT REMAINS – This Darkened Heart

Pubblicato il 04/07/2004 da
voto
7.5
  • Band: ALL THAT REMAINS
  • Durata: 00:41:37
  • Disponibile dal: /06/2004
  • Etichetta: Prosthetic Records
  • Distributore: Andromeda

Già definiti la new sensation metalcore statunitense, quando di ‘core’, tanto per cambiare, nella loro musica c’è poco o nulla (ma si sa che ultimamente negli USA se ti definisci solo ‘metal’ vieni considerato un povero sfigato), gli All That Remains, band in cui milita l’ex frontman degli Shadows Fall Phil Labonte, arrivano con “This Darkened Heart” al secondo disco in carriera. Bisogna ammettere che le belle parole spese dai media sul loro conto sono per certi versi meritate, visto che “This Darkened Heart” è senz’altro un disco qualitativamente sopra la media del genere, tuttavia c’è anche da sottolineare il fatto che la loro proposta non sia così personale da far gridare al miracolo. Il loro è un metal melodico ed aggressivo che, come spesso accade ultimamente, trae molta ispirazione dagli svedesi In Flames. I vecchi Metallica sono sicuramente un’altra influenza per i nostri, i quali spesso nelle canzoni, tra un assalto swedish e l’altro, inseriscono cavalcate molto eighties style e drammatici arpeggi. La musica degli All That Remains è quindi un ponte tra passato e presente, anche se l’ago della bilancia pende più marcatamente verso sonorità moderne, con il binomio tipicamente scandinavo batteria tirata/melodia ficcante e con rallentamenti moderni e pesanti a farla da padroni in quasi ogni brano. Le vocals poi oscillano tra un growl o uno screaming piuttosto leggerini e una buona voce pulita, usata però con parsimonia solo in un paio di brani (ovviamente nei ritornelli). Ottimi “In Death In My Arms”, “The Deepest Gray” e “Passion”, buoni tutti gli altri pezzi… una tracklist quindi competitiva e priva di punti deboli. Forse manca il brano principe, quello che ti fa venir voglia di riascoltarlo a più riprese e che spesso è presente in uscite come questa, ma tuttavia non si tratta certo di un così grosso difetto. Anzi, per come la vede il sottoscritto, gli All That Remains oggi non hanno moltissimo da invidiare ai vari Shadows Fall, God Forbid e Killswitch Engage: tutti gruppi, questi, che hanno le medesime influenze dei nostri, che propongono più o meno la stessa musica ma che hanno dieci volte più successo… questo quasi solo grazie al fatto che incidono per label ben più potenti della piccola Prosthetic. Comunque, visto il buon valore di “This Darkened Heart” e il crescente interesse che sta riscuotendo questo tipo di musica, per Labonte e soci l’appuntamento con la gloria pare essere in dirittura d’arrivo.

TRACKLIST

  1. And Death In My Arms
  2. The Deepest Gray
  3. Vicious Betrayal
  4. I Die In Degrees
  5. Focus Shall Not Fail
  6. Regret Not
  7. Passion
  8. For Salvation
  9. Tattered On My Sleeve
  10. This Darkened Heart
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.