ALLHELLUJA – Breath Your Soul

Pubblicato il 15/03/2009 da
voto
7.0
  • Band: ALLHELLUJA
  • Durata: 00:59:45
  • Disponibile dal: 16/03/2009
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Terzo disco per il progetto Allhelluja, dietro al quale si cela come principale artefice il batterista Stefano Longhi, anche proprietario della Scarlet Records. “Breath Your Soul”, il primo lavoro a essere concepito con l’aiuto dell’esperto Tommy Massara degli Extrema alla chitarra e con GL Perotti e Trevor – rispettivamente frontman di Extrema e Sadist – a dividersi più o meno equamente le linee vocali, si presenta con l’ennesima disturbante copertina… e, in effetti, il mood dei brani che lo compongono è tutt’altro che gioviale. Del resto da un gruppo che ha come intento principale una interpretazione delle sonorità desertiche più sporche e maligne non è che ci si aspetti solarità ed allegria a profusione. Non a caso, ciò che ci propongono gli Allhelluja in questa loro nuova opera è nuovamente uno stoner rock venato di metal e death’n’roll dai toni piuttosto cupi, in questa circostanza ulteriormente sottolineati dalla performance di Trevor, che con il suo tipico screaming aumenta non di poco la carica di aggressività della band, irrubustendo inoltre le parti più “cantate” di GL Perotti, che hanno sovente campo libero nei ritornelli. La consueta tela fatta di chitarre groovy, riverberi e ritmiche snelle e spedite facilmente riconducibili alle gesta dei vari Corrosion Of Conformity, Entombed e Kyuss in questa occasione di volta in volta si vede arricchirsi di pennellate dal sapore southern metal (“I Will Rise Again”), da atmosfere luciferine – soprattutto nell’ottima “Bloodtrip” – o persino da una impronta melodica lievemente più “mainstream” che in pezzi come “My Medicine” o “I’m The Zero” non stona affatto. Complice l’inclusione di ben 14 tracce (tra cui tre cover song), nel complesso il disco risulta forse troppo lungo e un pelo dispersivo, considerato che un genere come questo rende al massimo sulla breve distanza, ma sia comunque chiaro ai fan che, così come era accaduto nel notevole “Pain Is The Game”, anche in “Breath Your Soul” non mancano nè l’attitudine, né la capacità di comporre ficcanti brani stoner/death’n’roll, né la perizia tecnica degli elementi che circondano il mastermind del progetto. Un come-back solido e di cui tenere conto, insomma.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Face To Face With The Devil
  3. The Eve Of Despair
  4. Step By Step
  5. The Black Jar
  6. My Medicine
  7. Bloodtrip
  8. 21st Century Schizoid Man (cover King Crimson)
  9. I Will Rise Again
  10. I'm The Zero
  11. Into My Head
  12. The Bible Babylon
  13. Into The Void (cover Black Sabbath)
  14. Profondo Rosso (cover Goblin)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.