ALLHELLUJA – Pain Is The Game

Pubblicato il 12/09/2006 da
voto
7.5
  • Band: ALLHELLUJA
  • Durata: 00:39:27
  • Disponibile dal: 11/09/2006
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Il death’n’roll molto spesso è una musica facile, fatta per far muovere e divertire e, ancora più frequentemente, è realizzata da band che si limitano a ripetere il solito compitino ad ogni pubblicazione. Gli Allhelluja di “Pain Is The Game” in questo senso sono una sorpresa molto piacevole. Non perchè vogliano destrutturare un genere e i suoi derivati, ma perchè hanno deciso di contaminare quel sound tanto caro agli ultimi Entombed con aperture a tutto quello che sta loro intorno. Ad esempio, il cantato di Jacob Bredahl questa volta è ancora più diviso tra classico growl (lo stesso udibile in ogni album dei suoi Hatesphere) e partiture più orecchiabili e pulite, davvero in grande spolvero nei brani più ritmati e diretti (“I’m Not The One”, “Demons Town”…), nei quali vengono a galla più che mai influenze stoner e rock’n’roll, per un risultato finale che sembra quasi essere una jam fra Kyuss, Gluecifer e, ovviamente, Entombed. Ma queste non sono le uniche piccole sorprese rintracciabili in “Pain Is The Game”. Che dire, infatti, dell’omaggio al Joe Cocker di “You Can Leave Your Hat On” nel ritornello di “Soul Man” o dei coretti quasi surf di “The Devil, Me, Myself And I”? Semplicemente geniali! E non vanno dimenticate nemmeno le brevi accelerazioni, quasi di stampo hardcore, presenti nelle iniziali “Are You Ready? (Ready For Your Massacre) e “Superhero Motherfucker Superman”. Insomma, “Pain Is The Game” non è un lavoro che è in grado di rivoluzionare un genere, tuttavia ha dalla sua talmente tanti spunti interessanti che non si può nemmeno definirlo uno dei tanti album death’n’roll in circolazione. E’ un disco che ha il grande pregio di essere vario e costantemente ispirato. E’ un disco che sa come divertire e risultare sempre piacevole. Se avete amato il precedente “Inferno Museum” non lasciatevelo quindi scappare: “Pain Is The Game” ha almeno due marce in più sotto tutti i punti di vista.

TRACKLIST

  1. Are You Ready? ( Ready For Your Massacre )
  2. Superhero Motherfucker Superman
  3. Hey J
  4. I’m Not The One
  5. Demons Town
  6. Soul Man
  7. Big Money, Sweet Money
  8. The Devil, Me, Myself And I
  9. Hell On Earth
  10. The King Of Pain
  11. Amen
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.