ALTAR OF PLAGUES – Tides

Pubblicato il 16/05/2010 da
voto
8.0
  • Band: ALTAR OF PLAGUES
  • Durata: 00:35:03
  • Disponibile dal: /04/2010
  • Etichetta: Burning World Records
  • Distributore:
Prolifici come pochi, tornano gli Altar Of Plagues, a meno di un anno di distanza da "White Tomb", disco che li ha ormai consacrati negli ambienti del black metal più atmosferico e sperimentale. Il breve tempo intercorso fra la pubblicazione del suddetto full-length e l’arrivo di questo "EP" (le virgolette sono d’obbligo, si tratta pur sempre di 35 minuti di musica!) non ha intaccato lo smalto della band irlandese: "Tides" potrebbe infatti essere definito il sequel di "White Tomb", visto che in effetti il mood – e in generale la qualità – dei due CD si somigliano in tanti punti. Ciò nonostante, esistono anche sostanziali differenze tra le due release: in primis nei suoni adoperati, ora più ruvidi e "caldi", ma anche nella musica, che qui mediamente sembra più propendere per formule doom/sludge che black metal, pur non rinunciando certo a qualche sfuriata liberatoria. Ancora una volta, comunque, siamo alle prese con una proposta che può vantare una carica emotiva impressionante. Come giustamente sostiene la loro biografia, gli Altar Of Plagues sono una black metal band atipica: il loro immaginario non è quello caro alla maggior parte dei gruppi del genere, fatto di foreste, cascate e paesaggi innevati… gli Altar Of Plagues descrivono la fine del mondo moderno… scenari apocalittici fatti di edifici in rovina, grattacieli che crollano, mari che scompaiono, deserti che avanzano. La trasposizione in musica di un libro come "The Road" di Cormac McCarthy, se siete in vena di un riferimento letterario. Provate ad ascoltare attentamente il passaggio fra il minuto 08:30 e il minuto 12:40 di "The Weight Of All": questo è il vero suono della decadenza. Non c’è via di scampo. Non c’è futuro. Che dire… gli Altar Of Plagues si dimostrano ancora una band in piena espansione; e pensare che solo qualche anno fa erano appena una rivelazione, e già si contendono posizioni di livello nel panorama black metal. Come hanno fatto? Di certo li ha aiutati realizzare lavori che, uno dopo l’altro, sono una promessa mantenuta; e anche che i loro appuntamenti live sono già diventati imperdibili. Di una cosa siamo certi: ne sentiremo parlare ancora per un bel po’.

TRACKLIST

  1. Atlantic Light
  2. The Weight Of All
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.