AMBERIAN DAWN – Re-evolution

Pubblicato il 04/10/2013 da
voto
6.5
  • Band: AMBERIAN DAWN
  • Durata: 00:43:18
  • Disponibile dal: 17/06/2013
  • Etichetta: KHY Suomen Musiikki Oy
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Avevamo promosso gli Amberian Dawn con la sufficienza stiracchiata in occasione dell’ultimo “Circus Black”, quarto passo discografico targato 2012. I problemi erano sempre quelli che avevano afflitto le precedenti uscite del gruppo… eccessiva devozione ai Nightwish dell’epoca Tarja, scarsa personalità esecutiva e derivatività assoluta del songwriting nei confronti dei ‘sacri nomi’ del power metal melodico di provenienza europea. Essendo il qui presente “Re-evolution” una compilation, di sicuro non ci aspettavamo certo cambiamenti nella proposta della band finnica, e quindi nel nostro giudizio, ma in realtà, alla fine dell’ascolto, ammettiamo di essere rimasti piuttosto sorpresi, e piacevolmente. Innanzitutto, cominciamo col dire che “Re-evolution”, oltre che una compilation, è anche e soprattutto l’occasione per la band di presentare al grande pubblico una nuova cantante: Päivi Virkkunen, detta ‘Capri’, avvenente fanciulla dalle indubbie grazie come la dimissionaria Heidi Parviainen, ma non altrettanto schiava del modello Turunen/Simons. Anzi, è proprio la nuova Capri a rivelarsi l’inaspettato nuovo asso nella manica del combo finnico, operando a modo suo una piccola magia, un gradevole lifting, diciamo, e riuscendo in ultima battuta a rivitalizzare e arricchire un po’ le undici canzoni qui (ri)proposte. La scelta della scaletta risulta bilanciata tra passato e presente, con la maggior parte dei pezzi pescati o dall’esordio “River Of Tuoni” o dall’ultimo “Circus Black”, ed è operata con criterio e saggezza: sono infatti proprio i pezzi migliori quelli che ritroviamo su questo disco, rivisitati in una veste che toglie loro la patina di scopiazzatura e arricchiti da un cantato decisamente più frizzante e personale. La bella “Kokko – Eagle Of Fire”, la power-song “Incubus” e la ultra-catchy “Come Now Follow” mantengono inalterate le proprie qualità e le proprie melodie vincenti, risultando potenziate dalla vocalità di Capri, mentre i pezzi più sinfonici ed elaborati come “Circus Black”, “Charnel’s Ball” e “Lily Of The Moon” godono anche di un’ulteriore ‘spinta’ dovuta a suoni migliori e arrangiamenti più curati. Buone notizie quindi, all’orizzonte: gli Amberian Dawn hanno deciso di lavorare in un’ottica più slegata dalla band di cui erano cloni, e siamo veramente curiosi per il prossimo disco. Però, c’è anche da dire che non si può valutare la pienezza di questa apparente maturazione su un songwriting non attuale. Se anche in fase compositiva i Nostri riusciranno a staccarsi da schemi triti e ritriti, ecco che forse, la prossima volta, saremo qui a parlare di un album non più soltanto sufficiente. Ad ogni modo, questo “Re-evolution”, se vi piacciono Nightwish e Stratovarius, ve lo consigliamo: a conti fatti, risulta superiore a tutti gli altri dischi sfornati finora da questa band…

TRACKLIST

  1. Valkyries
  2. Incubus
  3. Kokko - Eagle Of Fire
  4. Lily Of The Moon
  5. Come Now Follow
  6. Crimson Flower
  7. Circus Black
  8. Lost Soul
  9. Cold Kiss
  10. River Of Tuoni
  11. Charnel's Ball
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.