AMPUTATED – Dissect, Molest, Ingest

Pubblicato il 25/01/2014 da
voto
7.0
  • Band: AMPUTATED
  • Durata: 00:33:58
  • Disponibile dal: 14/01/2014
  • Etichetta: Sevared Records
  • Distributore:

Lo stile degli Amputated non è uscito indenne dallo stravolgimento di lineup avvenuto nel 2012, che ha visto entrare in formazione un nuovo frontman, un nuovo chitarrista e un nuovo bassista, con i soli Daryl Barrett-Cross (chitarra) e Gareth Arlett (batteria) a mantenere intatto il legame con gli esordi dei primissimi anni 2000. Se infatti una volta i death metaller britannici potevano essere annoverati fra i principali esponenti della corrente slam, oggi è probabilmente più corretto parlare di “semplice” death metal di matrice statunitense, visto che la proposta dei ragazzi si è velocizzata e ripulita non di poco dai tempi di “Wading Through Rancid Offal”. Senza dubbio la passione per certe cadenze pachidermiche in odore di Devourment è rimasta – vedi ad esempio il riff portante della title track di questo “Dissect, Molest, Ingest” – ma gli Amputated attuali si fanno ricordare anche, e a tratti soprattutto, per un rivisitazione pregna di compattezza e mestiere dei cari vecchi Cannibal Corpse. In particolare, sembra che il quintetto sia andato a pescare dagli ultimi album con Barnes e dai primi con Fisher – quelli insomma di metà anni Novanta – per infarcire di nuovi spunti la sua tipica proposta. Il riffing è più vario, i brani generalmente più spediti e le linee vocali del nuovo arrivato Mark Gleed sono meno gorgoglianti e grottesche rispetto a quelle del suo predecessore, Morbid Mark. Anche la produzione, inoltre, presenta suoni più dinamici e puliti rispetto al passato, cosa che mette in luce un complessivo innalzamento del livello tecnico in seno al gruppo e che sottolinea ulteriormente questa per certi versi inedita vivacità nel songwriting. Senza dubbio, non siamo davanti a nulla di sconvolgente in termini di originalità ed estro creativo, ma è altrettanto vero che, a fronte di pezzi come “Gorging on Putrid Discharge (Septic Felch, Wretched Belch)” o “Infanticidal Dysmorphia”, “Dissect…” è un disco che rimane nel lettore ben più di quanto si potesse preventivare inizialmente. Quel che si dice un come-back convincente.

TRACKLIST

  1. Body Of Work
  2. Gorging On Putrid Discharge (Septic Felch, Wretched Belch)
  3. The Local Flavour
  4. Infanticidal Dysmorphia
  5. Skullfuck Lobotomy
  6. Psychotropic Suicide
  7. When Whores Meet Saws
  8. Subatomic Insemination
  9. Six Feet Deep
  10. Dissect Molest Ingest
  11. Toolbox Abortionist
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.