AN AUTUMN FOR CRIPPLED CHILDREN – Lost

Pubblicato il 05/05/2010 da
voto
7.5

La ATMF sta diventando un’ottima label talent scout, spesso la prima ad arrivare ed offrire il contratto a band promettenti e soprattutto debuttanti. Scovare band che devono ancora debuttare con il loro primo demo o full length non è cosa assolutamente facile, ma l’italiana ATMF per questo tipo di trovate ha fiuto da vendere. Ennesima riprova è il nuovo e primo CD degli olandesi An Autumn For Crippled Children, un trio senza dubbio affiatato che riesce già convincere al primo colpo, con il pesante e allo stesso tempo malinconico “Lost”. Lasciandosi trascinare da questo lavoro si rischia davvero di perdersi nei meandri infiniti della sofferenza dell’animo. Il mescolio variopinto di doom e funeral black metal che gli An Autumn For Crippled Children riescono a creare è davvero intrigante, la band pesca a meraviglia dal proprio background, inevitabilmente influenzato dalla tradizione doom molto buona del proprio paese d’origine. La disperazione nelle note di “Lost” non è completa, sembra esserci un barlume di speranza, ma il feeling principale è quello della malinconia, quando questa si specchia nella misera contemplazione dell’esistenza. La musica di questa band inizia e potrebbe non finire più, cambiano le canzoni ma, seppur diverse tra loro, sembra non accorgersene nessuno perché il loro è un continuum emotivo articolato alla perfezione. Non mancano le parti più veloci, ma a farla da padrona è l’atmosfera densa che pian piano avvolge ed annebbia la vostra mente, come in una nebbiosa giornata autunnale. Il riffing non è sempre memorabile, la band potrebbe osare maggiormente e sperimentare nuove soluzioni qui appena suggerite, ma per essere un debut album gli An Autumn For Crippled Children hanno fatto anche troppo. Un album ben fatto e da provare.

TRACKLIST

  1. To Set Sails to the Ends of the Earth
  2. Tragedy Bleeds All Over the Lost
  3. A Dire Faith
  4. In Moonlight Blood is Black
  5. Ghost Light
  6. An Autumn for Crippled Children
  7. I Beg Thee Not to Spare me
  8. Gaping Void of Silence
  9. Never Shall Be Again
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.