ANAAL NATHRAKH – Passion

Pubblicato il 10/05/2011 da
voto
7.0
  • Band: ANAAL NATHRAKH
  • Durata: 00:36:05
  • Disponibile dal: 17/05/2011
  • Etichetta: Candlelight
  • Distributore: Audioglobe
Puntuale come un orologio svizzero, a due anni dal precedente capitolo in studio, il duo inglese torna sulle scene con la solita proverbiale irruenza e carica di odio viscerale. Per chiarire sin da subito, diciamo che “Passion” è il classico album degli Anaal Nathrakh e al suo interno contiene tutti gli elementi che hanno reso questo gruppo distinguibile e degno di nota per gli appassionati del metal contaminato più estremo, veloce e ulcerante. Partiamo dalla “solita” dirompente prova vocale di V.I.T.R.I.O.L., lancinante e quasi disturbante con quel suo sembrare costantemente sull’orlo di una crisi isterica, con i suoi imperiosi interventi melodici (in salsa Emperor) e quelle furiose urla dal retrogusto grind che paiono fuori controllo ma che in realtà aumentano la sensazione di caos sonoro percepita dall’ascoltatore. Ovviamente, come detto, si tratta di una semplice apparenza, dato che questi ragazzi ormai sanno molto bene quali sono i loro punti di forza e quali sono gli elementi che li hanno resi, nel giro di oltre dieci anni, una band piuttosto apprezzata. L’impatto ritmico è marziale, chirurgico e arricchito da bordate di groove che vi costringeranno a buttare la testa in basso. Il riffing è furente, urgentissimo e arricchito a dismisura da interferenze industial che creano quella tipica atmosfera un po’ sintetica e vagamente inumana. Insomma, non c’è nulla di realmente nuovo nell’incantesimo degli Anaal Nathrakh e se – come chi scrive – siete amanti della dirompente adrenalina che trasuda in ogni secondo dalla loro musica, potete tranquillamente aggiungere mezzo punto al voto di questa recensione. Diversamente, sappiate che “Passion” non è il disco della svolta e probabilmente nemmeno il loro miglior concentrato di odio mai prodotto. Bensì è “semplicemente” l’ennesima badilata di black/death metal ben fatta ad opera di questi ragazzi. Se vi sembra poco!

 

TRACKLIST

  1. Volenti Non Fit Iniuria
  2. Drug-Fucking Abomination
  3. Post Traumatic Stress Euphoria
  4. Le Diabolique Est L'ami Du Simplement Mal
  5. Locus of Damnation
  6. Tod Huetet Uebel
  7. Paragon Pariah
  8. Who Thinks of the Executioner?
  9. Ashes Screaming Silence
  10. Portrait of the Artist
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.