ANCIENT EMPIRE – Wings Of The Fallen

Pubblicato il 05/11/2019 da
voto
7.0
  • Band: ANCIENT EMPIRE
  • Durata: 00:43:40
  • Disponibile dal: 01/09/2019
  • Etichetta: Stormspell Records
  • Distributore:

Gli heavy/power metaller statunitensi Ancient Empire rappresentano di fatto una di quelle formazioni che sembrano quasi impossibili da arrestare, fosse anche per un periodo tutto sommato abbastanza breve: diciamo questo poiché sono ben quattro anni di fila che puntualmente abbiamo modo di trovare un loro nuovo full-length sul mercato, a partire dal fantascientifico ed ispirato “Other World”, fino a giungere alla nuova ed angelica creatura “Wings Of The Fallen”. Oltre alla versione alata di Jamie Lannister in copertina, la prima cosa che notiamo con piacere è che si tratta di un concept, come ogni album ad opera della line-up californiana, compreso il primo e fortunato “When Empires Fall”, in cui ogni brano rappresenta letteralmente un capitolo di una storia tendente al post-apocalittico e allo sci-fi, con in più una spruzzata di ancestrale a rendere il tutto leggermente più fantasy.
Parlando del songwriting si potrebbe dire che ogni singolo brano sia stato studiato per permettere all’ascoltatore di sentirsi relativamente parte delle vicende rappresentate nell’album, dando in questo caso la iniziale priorità a due brani heavy/power non particolarmente aggressivi, ma dalla forte componente immersiva e per certi versi sognante, cui puntualmente segue una title-track inizialmente micidiale, ma che rallenta tutto sommato abbastanza in fretta il tiro, pur non perdendo di efficacia. Similmente, “On The Horizon” vince grazie al suo main riff grintoso ed assimilabile, così come la strumentale “Seraph Requiem”, il cui lick chitarristico ci riporta alla mente i lavori di molti colleghi illustri della sei corde. Dopo una “The Last Survivor” emozionante, ma comunque in linea con quanto fatto in precedenza, la vera chicca arriva con “The Ghosts Remain”, nella quale il ritmo si serra a fasi alterne e il regno della morte può spalancare le sue porte, al richiamo dei fantasmi rimasti a vagare sul campo di battaglia, furenti e smarriti. Nel finale la sensazione che ci pervade è quella di aver portato a termine un viaggio, oltre che un racconto, che tuttavia ha mostrato il fianco in un paio di frangenti ad un songwriting sempre ispirato e, per certi versi, toccante e coinvolgente, ma apparentemente sprovvisto di uno o due passaggi cruciali che avrebbero ulteriormente impreziosito un’opera comunque di valore e consigliata ad ogni metallaro amante di determinate sonorità più o meno classiche.
Mettendo da parte i termini poetici, questo “Wings Of The Fallen” riesce nel suo intento, ma al momento in cui cala il silenzio non possiamo non ammettere che avremmo gradito, accettando di buon grado una scaletta più lunga di due o tre pezzi, qualche momento dotato di una maggiore collera e forza d’attacco, in grado di aggiungere quel pizzico di clangore metallico e smitragliante che all’ennesimo ascolto continua a mancarci. Se gli Ancient Empire avessero osato un po’ di più con la propria verve metallica, potremmo avere per le mani una vera e propria perla, ma purtroppo dobbiamo accontentarci del buon album che in fin dei conti è.

TRACKLIST

  1. A New Dawn
  2. Born In Fire
  3. Wings Of the Fallen
  4. On The Horizon
  5. Seraph Requiem
  6. The Last Survivor
  7. The Ghosts Remains
  8. Edge Of The Abyss
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.