ANCIENT WISDOM – A Celebration In Honor Of Death

Pubblicato il 09/06/2021 da
voto
7.0
  • Band: ANCIENT WISDOM
  • Durata: 00:58:50
  • Disponibile dal: 04/06/2021
  • Etichetta:
  • Avantgarde Music
  • Distributore: Audioglobe

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

Le sorprese in questo anno così particolare in campo black metal ed affini di certo non mancano. E’ con grande piacere che ospitiamo su queste pagine virtuali il nuovo – ormai insperato – lavoro del progetto Ancient Wisdom. Dietro a questo monicker c’è un grande musicista come Vargher, alias Marcus E. Norman, ossia il fondatore dei Bewitched ed uno dei pilastri dei grandi Naglfar. Non è solo il suo nome all’interno della scena extreme metal a parlare in maniera eloquente, ma lo sono anche gli album interessantissimi rilasciati proprio sotto il marchio Ancient Wisdom. Il progetto è stato attivo specialmente nella seconda metà degli anni ’90, quelli più prolifici del genere in questione, e molti fan ancora conservano un vivido ricordo dei lavori del calibro dell’incantevole debut “For Snow Covered The Northland”, o dell’oscuro “The Calling” o ancora del più smaccatamente sinfonico “…And The Physical Shape Of Light Bled”. L’ultima espressione di questa one-man band avvenne in seguito nel 2004 con l’articolato “Cometh Doom, Cometh Death” e poi tutto sembrò svanire nel nulla. Oggi, proprio da quel nulla sbuca una nuova release, ma da un artista che in questi quasi due decenni di sicuro non è rimasto in letargo. L’attività continua di Marcus E. Norman ha sicuramente giovato a questo ritorno della sua creatura, in quanto il nuovo album non risente di questo pesante gap temporale. Onde fugare ogni dubbio possiamo subito affermare che “A Celebration In Honor Of Death” tiene testa ai lavori passati della band, e già questo è decisamente tanto di questi tempi. A livello stilistico gli elementi caratterizzanti degli Ancient Wisdom ci sono un po’ tutti, a iniziare da quella miscela spesso perfetta ed equilibrata tra atmosfere e riff black metal orchestrati su ritmi doom e gravati da cupe atmosfere. I brani sono piuttosto diversi tra loro, ma mantengono sempre un comune denominatore distinguibile. Già nella prima metà del disco ci si rende conto che questo lavoro guarda al passato e recupera anche diversi elementi del gothic metal degli albori (in stile primi Therion), ma aggiungendoci ovviamente gli altri elementi tipici del progetto. Il bello di questa produzione, dai suoni molto equilibrati e funzionali al trademark della band, è che più rimanda stilisticamente a soluzioni adottate negli anni ’90, suonando paradossalmente al passo con i tempi attuali. Probabilmente non troverete passaggi che vi faranno sobbalzare dall’emozione, la quinta fatica degli Ancient Wisdom è equilibrata e tanto intrigante quanto piacevole all’ascolto. I die-hard fan saranno ben lieti di questa uscita discografica insperata e non resteranno delusi, ma Marcus E. Norman riuscirà anche attrarre nuovi estimatori. Forse “And God Saw” è il brano (ma non si tratta dell’unico) che raggruppa tutti gli elementi che hanno sempre contraddistinto questa one-man band da molte altre: per il suo tocco raffinato, per lo stile intrigante ed intricato. Un tocco sofisticato (e di classe) invisibile che in alcuni casi, come in questo, fa davvero la differenza tra la qualità e l’anonimato. Gradito ritorno.

A Celebration In Honor Of Death by Ancient Wisdom

TRACKLIST

  1. Haec Est Mors Secunda
  2. Breaking The Circle Of Life
  3. Architect Of Death (Laudamus Te)
  4. The Coronation
  5. Those Who Do Not Exist
  6. And God Saw
  7. Towards Your Destruction
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.