ANCST / KING APATHY – Split

Pubblicato il 15/09/2017 da
voto
6.5

Spotify:

Apple Music:

La discografia degli Ancst comprende già una lunga serie di EP e uscite spesso erroneamente considerate “minori”: il gruppo di Berlino infatti punta molto sulla breve distanza per fare esperimenti e provare nuove soluzioni e questo nuovo split con i King Apathy – un’altra band tedesca, fino a poco tempo fa nota come Thränenkind – è l’ennesimo esempio della sua politica dei piccoli passi. Il lavoro presenta appena quattro brani, due per formazione, per un ascolto breve e immediato; simpatica tuttavia l’idea dietro la tracklist: ogni gruppo propone infatti un episodio inedito e una cover di un pezzo del repertorio dei compagni di split. Gli Ancst partono con “Gehenna of Fire”, un brano nel loro classico stile, tra ambient (nell’intro), black metal ed euforico crust hardcore; la band mette in mostra come sempre una notevole coesione e un bel gusto nelle melodie. Peccato che la drum machine freni un po’ il tiro del pezzo nel finale, ma questo è un problema che fortunatamente sta per essere risolto: pare infatti che di recente i Nostri abbiano trovato finalmente un vero batterista e che dal prossimo album ogni strumento sarà effettivamente suonato. La cover scelta dagli Ancst è “King Apathy”, titolo che è poi diventato il nuovo moniker dei Thränenkind. Con questo pezzo le sonorità si avvicinano al black metal atmosferico più tradizionale: nulla di clamoroso sotto l’aspetto stilistico, ma l’interpretazione della band è solida e convincente nella sua aggressività e nell’utilizzo di d-beat. I King Apathy replicano con “Disguise”, una traccia breve, spedita e dalla fine grana melodica che non sembra rompere troppo con il passato, mescolando spunti “post” e melodic black/death con aperture più soft ed emotive; anche in questo caso si può parlare di uno stile tutto sommato codificato, ma la resa complessiva non dispiace. Molto valida, invece, la cover di “Entropie”: si tratta di una delle “hit” degli Ancst e questa interpretazione dei King Apathy, grazie in primis ad una produzione più calda e ad un drumming umano, non lascia affatto indifferenti. A conti fatti, con una sola traccia inedita per parte, questo split è e vuole essere soltanto un divertissement, tuttavia la buona qualità del materiale non può che farcelo promuovere. La pubblicazione è affidata sia ad Alerta Antifascista, che alla Supreme Chaos Records.

TRACKLIST

  1. Ancst - Gehenna of Fire
  2. Ancst - King Apathy (Thränenkind cover)
  3. King Apathy - Disguise
  4. King Apathy - Entropie (Ancst cover)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.