ANGEL DUST – Of Human Bondage

Pubblicato il 12/02/2002 da
voto
7
  • Band: ANGEL DUST
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta:
  • Century Media Records
  • Distributore: Self
Streaming non ancora disponibile

Nuova fatica per gli Angel Dust, heavy metal band ottantiana prima sciolta, poi tornata a nuova vita lo scorso decennio, che oggi tornano con questo “Of Human Bondage”, simbolo della loro evoluzione musicale. Ai tempi di “Border Of Reality” (album del come-back) si parlava di metal melodico, oggi la band, forte del nuovo chitarrista Ritchie Wilkinson (Demons & Wizards), guarda al futuro, al sound del nuovo millennio, pur mantenendo la propria matrice classica. Le canzoni di “Of Human Bondage” sono infatti un cocktail vincente di heavy metal e thrash, le chitarre macinano riffs potenti e più estremi rispetto al passato, nonostante la struttura portante dei pezzi, come afferma anche la band, mantenga quella melodia catchy che da anni accompagna il monicker Angel Dust. Pezzi come “The Human Bondage” o “Disbeliever” sono esempi vincenti delle mie parole precedenti, ma non crediate di trovarvi un disco con dieci brani-fotocopia: se da una parte dominano i chitarroni thrash, dall’altra sono i synth e le tastiere a dare il tocco di originalità. Buona la produzione dell’album e le performances dei musicisti, certo non siamo ai livelli del mitico “Enlighten The Darkness”, ma non si può rimanere indifferenti di fronte ad una band che vuole distinguersi, tentando in tutti i modi, pur mantenendo le carte vincenti del passato, di andare avanti e di dire qualcosa di nuovo. Non mi stupirei se “Of Human Bondage” riuscisse ad accaparrarsi una notevole fetta di fans amanti del metal moderno, sarebbe per loro un occasione di (ri)scoprire, come suonava la loro musica dieci-quindici anni fa.

TRACKLIST

  1. The Human Bondage
  2. Inhuman
  3. Unreal Soul
  4. Disbeliever
  5. Forever
  6. Unite
  7. Got This Evil
  8. The Cultman
  9. Freedom Awaits
  10. Killer
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.