ANOTHER OPEN ROAD – Another Open Road

Pubblicato il 05/02/2014 da
voto
6.5
  • Band: ANOTHER OPEN ROAD
  • Durata: 00:29:40
  • Disponibile dal: 02/12/2013
  • Etichetta:
  • Distributore:

Dietro il moniker Another Open Road si celano le figure di Antonio e Pierluigi Guerrieri, abili polistrumentisti che palesano la propria incondizionata venerazione nei confronti dell’Adult Oriented Rock di matrice statunitense, abbellito da gradevoli impennate hard. Chiunque intenda conquistare il palato esigente dei numerosi intenditori di questo genere elitario deve essere consapevole sin dall’inizio di dover mettere a dura prova il proprio talento compositivo. Di primo acchito notiamo che il logo impresso sulla front cover, peraltro abbellita dai nostalgici cliché visivi del genere, ricorda sin troppo quello della Michael Thompson Band, autrice di un impressionante debutto alla fine degli anni Ottanta. Pur non facendo gridare al miracolo, “Another Open Road” contiene alcuni episodi piacevoli, impreziositi da spunti interessanti, che necessitano al contempo di essere sgrezzati da qualche velleitario virtuosismo di troppo alle sei corde. Lo stesso Pierluigi si occupa di plasmare i suoni in fase di produzione, ottenendo nel complesso un risultato quasi discreto. Il brillante sound delle tastiere e delle chitarre viene purtroppo vanificato da un missaggio arido e poco incisivo che relega in secondo piano il basso e le parti vocali, entrambi fondamentali protagoniste nel gioco. Le corde vocali di Antonio non sono in grado di regalare emozioni particolarmente significative nella title track, nonostante interpreti con formale bravura il gagliardo chorus della solare “Touch The Heaven”. I Nostri si avvalgono della collaborazione di Alex Panza, cantante dei thrasher Endovein, autore di una notevole performance su “Cry Forever”, episodio dalle marcate tinte glamour che ci rimandano inavvertitamente ai Krokus di “Heart Attack”. Fuori luogo invece l’ugola squillante di Federico Mazza degli Asgard, cucita sopra un brano keyboard-oriented come “Playing With Fire”. Insomma, qui troviamo tanta carne al fuoco, purtroppo non tutta di prima qualità, ma siamo del parere che gli Another Open Road potranno compiere un deciso passo in avanti, se ingaggeranno un frontman di ruolo ed un produttore in grado di valorizzarne al meglio le idee. Chi si sente pronto a scommettere su di loro?

TRACKLIST

  1. Riding To…
  2. Another Open Road
  3. Burning Desires
  4. Touch The Heaven
  5. What We Dream
  6. Cry Forever
  7. Playing With Fire
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.