ANTIPHRASIS – Antiphrasis / Totenburg split cd

Pubblicato il 14/11/2003 da
voto
5.0
  • Band: ANTIPHRASIS
  • Durata: 01:10:20
  • Disponibile dal: 14/11/2003
  • Etichetta: Christhunt Productions
  • Distributore:

Avvicinarsi ad uno split può essere sempre occasione di emozione e speranza. Speranza di ritrovarsi per le mani non uno, ma persino due bei gruppi nuovi. Ovvio è pure il rovescio della medaglia: nel caso in cui il cd si riveli una delusione, questa diventa automaticamente doppia. E’ questo il caso del brutto split tra gli Antiphrasis e i Totenburg. La provenienza di ambo le band è scontata visto che il cd esce per la Christhunt Productions, una casa discografica che punta tutto sui talenti (o presunti tali) connazionali tedeschi. Con un po’ di sadomasochismo l’ascoltatore può divertirsi a stabilire chi sia il peggiore tra i due gruppi, sebbene le preferenze sembrino favorire gli Antiphrasis perché hanno decisamente una carta in più rispetto ai Totenburg: il peggior suono per un rullante dai tempi dei pazzi, grezzi, simil thrash-punkettoni Impulse Manslaughter. La differenza tra il suono di questo rullante e quello nato dal battere su un bottino dell’immondizia è praticamente nulla, e aggrava la situazione l’incredibile volume alto dato a questo pezzo della batteria… una scelta davvero inspiegabile. Ad ogni modo, se il rullo fosse il solo problema della batteria degli Antiphrasis le cose non andrebbero così male, poiché il batterista sa far di peggio proponendo una serie di passaggi a vuoto veramente macroscopici. Va bene l’underground e l’attitudine in primis per suonare black metal, ma un minimo di tecnica ci vuole, anche perché si esigono pur sempre un bel po’ di euro dagli acquirenti quando si fanno uscire questi lavori. Le chitarre, spesso in sottofondo, verso la parte finale di questo brutto “Schlachten Der Ehre” intessono anche ordite interessanti, seppur banali, ma questa è l’unica nota positiva di un gruppo da dimenticare. I Totenburg non scendono al livello abissale dei loro sparring partner, ma sicuramente non incantano con il loro lungo e noioso “Mit Uns Das Blut”, album di black metal grezzissimo supportato saltuariamente da parti sinfoniche create meccanicamente da synth non proprio irresistibili. Peccato per l’artwork, non malvagio anche se stampato in bianco e nero o, per meglio dire, in grigio dalle varie gradazioni (com’è solito per la Christhunt Productions) . Solite battaglie epiche mitologiche a esaltare i guerrieri Germani delle età remote: sì, sempre quello, ma almeno nell’artwork c’è del buon gusto, cosa che manca alla musica di questo split. Da dimenticare.

TRACKLIST

  1. Antiphrasis - Intro
  2. Dunfler Wunsch
  3. Wilde Jagt
  4. Schlacht Der Fhre
  5. Ritual
  6. Wiedergeburt
  7. Outro
  8. Totenburg - Auf In Den Kampf ( Einklang )
  9. Mit Uns Das Blut
  10. Heiliges Reich
  11. Schwarzer Tod
  12. Kreuzzug Gen Norden
  13. Totes Fleisch
  14. Wir Siegen Will Muss Kampfen
  15. Als Die Alten Jung Nochh Waren (Nachspielversion)
  16. Vater
  17. Tag Des Erwachens ( Ausklang )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.