ANTROPOFAGUS – Alive Is Good… Dead Is Better

Pubblicato il 20/09/2001 da
voto
7.0
  • Band: ANTROPOFAGUS
  • Durata: 00:14:28
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta: Beyond Productions
  • Distributore: Masterpiece

Torna la mattanza genovese chiamata Antropofagus. E lo fa in grande stile, pubblicando un lavoro che al primo ascolto stordisce senza possibilità di appello o giudizio; tre sole sono le mattonate in faccia scagliate dai due grind-freaks nostrani. Risentendo “Alive Is Good…Dead Is Better”, poi, si entra in confidenza con tutti i suoi particolari, le sue morbosità, i suoi spigoli vivi, la sua drum machine potente ed ossessiva, il suo non darti tregua per un secondo.Solo tre tracce, è vero, ma riempiono stomaco ed orecchie ad ogni ascolto. Pensateci…il brutal/grind core è un terreno minato, sul quale è difficilissimo riconoscere la linea estremamente sottile che divide il rumore noioso e muto dall’aggressione all’arma bianca, dal lancinante frastuono della putrefazione. Eppure eccoci di fronte ad un prodotto che plasma e rimescola le carte del death-grind senza mancare di rispetto ad una tradizione che, mai come in questo genere, pesa tonnellate. Sono i sei minuti dell’opening track a chiarire subito il rapporto schiavo/padrone che si instaurerà per tutta la durata del disco. Ed è sorprendente trovarsi a godere di tale umiliante schiavitù. Perché si gode di un martoriamento sonoro, di una carneficina degna dei film dei migliori Deodato o Lenzi, o ancora del maestro Lucio Fulci, addirittura omaggiato nell’ultima traccia “L’Aldilà…E Tu Vivrai Nel Terrore”, remake della colonna sonora del suo capolavoro. Consigliatissimo a tutti i grinders. Un 7 solo perché è un mini, il voto per il full length sarà più alto, ne siamo sicuri.

TRACKLIST

  1. Fucking A Baphomet Made Of Flesh – God & Mor
  2. 1: Chainsaw Sterilizing
  3. L’Aldilà…E Tu Vivrai Nel Terror
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.