ANVIL – Still Going Strong

Pubblicato il 12/10/2002 da
voto
6.5
  • Band: ANVIL
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Self

Anvil: forse a molti questo nome potrà sembrare del tutto nuovo, ma qui (ed i veterani del genere lo sanno bene) ci troviamo di fronte ad uno dei più storici (e forse troppo sottovalutati) gruppi dell’heavy metal, che ha marchiato due decadi col suo metallo grezzo e melodico allo stesso tempo, sempre caratterizzato dall’incredibile voce di Lips. Vent’anni sono il tempo passato dallo storico “Hard ‘n Heavy”, assoluta pietra miliare nel genere, vent’anni il tempo in cui il gruppo ha resistito a mode e trend, e c’è da giurare che ne resisterà altrettanto, visto che i nostri sono duri a morire. “Still Going Strong” è il classico disco che ci si può aspettare da un gruppo come gli Anvil: un pochino fiacchetto, forse (come del resto le ultime prove in studio, che dimostrano che i tempi d’oro ormai sono passati), ma sempre fautore di quel sound classico, grezzo, e comunque fresco (anche grazie ad una produzione al passo coi tempi) che tante vittime ha mietuto negli anni Ottanta. Si parte così con “Race Against Time”, classico pezzo d’apertura, potente ed equilibrato al punto giusto tra parti grezze e melodie, che si candida come uno dei pezzi migliori del disco, così come la title-track, davvero un ottimo esempio di come possa suonare un pezzo hard rock nel 2002. Ma c’è ancora carne al fuoco su questo infiammato platter, e mi riferisco alle ottime “Don’t Ask Me”, “Waiting” ed alla cadenzata “Sativa”, mentre più pesanti da digerire risultano “What I’m About”, “Holy Wood” (pur nel complesso risultando delle discrete song) e sopratutto “White Rhino”, che parte da un classico riff made in Anvil al 100%, per poi sfociare in un lungo (e se mi permettete anche piuttosto tedioso ed inutile) assolo di batteria di Robb Reiner, che sono sicuro sia in grado di fare di meglio di quanto dimostra nella sua prova solista. Ma, a parte queste pecche tutto sommato poco rilevanti, resta buona questa prova di una band che è ancora capace di emozionare nel XXI secolo e, se voi che state leggendo tralasciaste anche solo per poco gli ultimi trend imperanti nel mondo metal e le vostre referenze musicali, sono sicuro che potreste trovare un piccolo posto nella vostra collezione di dischi per questo “Still Going Strong”, ennesimo manifesto di una band ancora in corsa e capace di far rivivere i gloriosi anni Ottanta in ogni cuore metallico!

TRACKLIST

  1. Race Against Time
  2. In Hell
  3. Holy Wood
  4. Still Going Strong
  5. Don't Ask Me
  6. Waiting
  7. White Rhino
  8. What I'm About
  9. Sativa
  10. Defiant
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.