APE UNIT – Turd

Pubblicato il 30/09/2015 da
voto
7.0
  • Band: APE UNIT
  • Durata: 00:11:00
  • Disponibile dal: 30/09/2015
  • Etichetta:
  • Uterus Productions

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

I toni surreali e l’ironia alla base del progetto non devono ingannare: con “Turd” gli Ape Unit si rivelano una delle realtà grindcore/powerviolence più ispirate degli ultimi tempi. Dando uno sguardo alla stramba copertina o leggendo titoli come “Mullet For My Valentine” o “Go-Kart Cobain” potrebbe venire facile pensare ad una di quelle band che puntano tutto su casino e goliardia, ma la realtà dei fatti è piuttosto diversa: i piemontesi magari non si prendono troppo sul serio, ma con gli strumenti ci sanno davvero fare. L’aggressione sempre ben calibrata e le intelligenti progressioni ritmiche messe in atto fanno pensare ad un processo di composizione nel quale ben poco viene lasciato al caso. Le dissonanze e le pillole noise sperimentate su “Unforgivable Holidays” godono qui di maggior respiro, eppure evitano di smorzare troppo l’impatto del gruppo. Si sentono sia l’attaccamento agli stilemi classici del genere (non a caso i ragazzi continuano a citare Napalm Death e Terrorizer fra le proprie influenze), sia il desiderio di andare oltre e di confezionare qualcosa di più ambiguo e intrigante. Si può parlare di una cosiddetta prova di maturità, dato che i cinque dimostrano di sapere coniugare in una decina di episodi tutte le sfaccettature che le precedenti uscite avevano mostrato, scongiurando il mero citazionismo e mettedo altresì in mostra un’attenzione maggiore per sviluppo e fluidità. Ottima poi la capacità di sintesi: da questo punto di vista gli Ape Unit si confermano un vero gruppo grind/hardcore, mantenendo un minutaggio ridotto che non annoia e che, anzi, invoglia a ripetuti ascolti. Avercene di EP così.

TRACKLIST

  1. Puberal Baphomet
  2. Mullet for My Valentine
  3. Your Body Will Become My Abat-Jour
  4. The Will to Smith
  5. Tropical mode: ON
  6. Don’t Touch the Forbidden Congas
  7. Orango Juice
  8. Sperm Bank Robbery
  9. Children of Boredom
  10. Go-Kart Cobain
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.