APE UNIT – Unforgivable Holidays

Pubblicato il 18/10/2012 da
voto
7.0
  • Band: APE UNIT
  • Durata: 00:15:00
  • Disponibile dal: 01/10/2012
  • Etichetta:
  • Grindpromotion

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

È un hardcore/grind obliquo, vagamente surreale e percorso da un tangibile senso di ironia, quello proposto da questo quartetto piemontese (in cui, tra l’altro, militano due membri dei death metaller Septycal Gorge). Una serie di tracce immediatissime in cui convivono svariati tipi di suoni estremi: hardcore e grind in primis, ma anche derive punk, scorie death metal ed esasperazioni powerviolence. Vari elementi mescolati con notevole urgenza, che danno vita a una tracklist in apparenza intrisa di nonsense, ma che in realtà impiega poco ad affascinare e a risultare perfettamente coerente. Pezzi della durata media di un minuto in cui vengono concentrati un grosso numero di spunti diversi, assimilabili tramite svariati cambi di tempo e di registro vocale, oltre ovviamente ad un gran lavoro a livello chitarristico. Il pregio degli Ape Unit è quello di riuscire a rendere l’impasto fluido e perfettamente scorrevole: certe intuizioni strappano sì più di un sorriso, ma si rintraccia effettivamente un certo criterio nella maniera in cui le composizioni sono state strutturate e sviluppate. Oltre al desiderio di “volerla buttare in caciara”, nel disco vi è una preparazione tecnica e una conoscenza delle sonorità in questione che non possono essere sottovalutate. Non si suona a cazzo di cane. È come se i Nostri stessero jammando tra i banchi di una classe, dietro ai quali si siedono di tanto in tanto alcuni amici di passaggio, con il loro bagaglio di influenze al seguito. Un lavoro dinamico e mai piatto, e che scorre via veloce e spensierato, proprio come chi esce da scuola l’ultimo giorno prima delle vacanze.

TRACKLIST

  1. No Hay Bananas (Tengo Platanos)
  2. Double Dance Bass Lines In Alaska
  3. The Difference Between You And Bahamas
  4. Seena Is A Warrior Princess
  5. Pig Motocross
  6. Last Time You Ate Grongo
  7. H.C. In The Name Of C.K.
  8. Motochrist Supercrust
  9. La Chanson Pour Le Petit Prince
  10. Triggering Santa Fe
  11. The Bad And The Breakfast
  12. Yuri The Cube
  13. The End Is Near... Tijuana Is Nearer
  14. Bastards Of Villanova
  15. Intentions In All Pieces
  16. From Ska To God
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.