ARCHGOAT – Heavenly Vulva (Christ’s Last Rites)

Pubblicato il 30/08/2012 da
voto
6.5
  • Band: ARCHGOAT
  • Durata: 00:16:04
  • Disponibile dal: 14/10/2011
  • Etichetta: Debemur Morti
  • Distributore: Audioglobe

Ciò che avevamo detto dei finlandesi Archgoat all’uscita del loro secondo full length “The Light-Devouring Darkness” lo possiamo tranquillamente ripetere per il nuovo EP di soli sedici ma terrificanti minuti di musica data in pasto alla Bestia. Sorprende un po’ il riff di apertura dell’EP più adatto ad artisti hardcore che agli adoratori della fiamma nera, ma è un istante, poi tutto viene incanalato nei classici canoni del più torbido death/black metal. Il grugnito inquientante se non è ai livelli dei General Surgery degli esordi, poco ci manca. A momenti gli Archgoat potrebbero persino ricordare i Napalm Death di qualche anno fa. La band finnica, in cui troviamo il batterista Sinisterror che invece nei grandi Torture Killer suona la chitarra, vomita il suo stile primitivo senza troppi complimenti non curandosi di tanti aspetti che altre produzioni avrebbero studiato al microscopio pur di renderli perfetti. Qui contano essenzialmente due cose: la passione per la musica demoniaca e la dedizione anima/corpo a determinate tematiche. Del resto già dalla cover più che esplicita si capisce di quale pasta siano fatti gli Archgoat. Il sound delle chitarre è catacombale e l’atmosfera a tratti è liturgica, altre volte sembra di trovarsi di fronte ad un massacro sonoro. La trovata di usare saltuariamente delle tastiere semplici ma sinistre sarà vecchia ormai di vent’anni, ma nel caso degli Archgoat funziona a meraviglia. Sedici minuti, pochini, ma tanto basta per convincersi che il prodotto è più che discreto. Musica estrema non per tutti.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Blessed Vulva
  3. Penetrator Of The Second Temple
  4. Goddess Of The Abyss Of Graves
  5. Day Of Clouds
  6. Passage To Millennial Darkness
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.