ARS GOETIA – Anachoreta

Pubblicato il 25/04/2008 da
voto
6.0
  • Band: ARS GOETIA
  • Durata: 00:38:02
  • Disponibile dal: 22/12/2007
  • Etichetta: Funeral Moonlight Prod.
  • Distributore:

Streaming:

Pronti e via. Dopo un solo anno di attività i padovani Ars Goetia hanno la bravura e fortuna di poter subito debuttare con un album prodotto da un’etichetta, cosa non più impossibile come una decina d’anni fa, ma comunque sempre difficile. La band paga tutta l’inesperienza in questo “Anachoreta”. L’esecuzione dei brani, pur semplici, non è sempre impeccabile ma questo è un aspetto che in una black metal band passa del tutto inosservato. La produzione ha dei suoni graffianti ed è più che discreta, peccato però che la band abbia fatto un errore dando un volume esagerato allo screaming. Se a questo aggiungiamo anche la chitarra un po’ troppo in primo piano, si finisce con la amara constatazione che in alcuni frangenti la batteria sparisce nel bel mezzo delle canzoni quando i ritmi si fanno più veloci. Errori che si pagano a caro prezzo, purtroppo, perché troppo evidenti. A volte la chitarra avrebbe dovuto essere più presente e corposa, magari registrata più e più volte come ormai si usa spesso e volentieri, invece risulta scarna e la sua invadenza è dovuta solo al fatto che il volume è elevato. “Anachoreta” però, lasciati da parte questi lati negativi dovuti per lo più all’inesperienza, è un album black metal 100% suonato senza fronzoli. Ci sono ovviamente i rimandi ai primi Darkthrone, c’è il sottile zampino di Nargaroth ma si sente parecchio l’influsso dei primissimi Ancient, almeno su un paio di song. Molto bella la canzone “The Hermit” che si sostiene su un riff d’alta scuola: arioso, trascinante e ferale allo stesso tempo, sullo stile dei riff di “Transilvanian Hunger” dei padri norvegesi Darkthrone, tanto per capirci. Le altre song non sono irresistibili ma sono solide e coese e rendono il full length un lavoro grintoso e piacevole da ascoltare nonostante le sbavature sopra menzionate. Diamo agli Ars Goetia il tempo di maturare. Per ora la sufficienza è risicata.

TRACKLIST

  1. Ascension Into The Abyss
  2. Black Wisdom
  3. Embrace...
  4. The Hermit
  5. Dies Nefastus
  6. The Path Of Despising
  7. Endless Curse
  8. The Last Winter
  9. Hidden Track
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.