ARSIS – A Celebration Of Guilt

Pubblicato il 01/08/2005 da
voto
7.0
  • Band: ARSIS
  • Durata: 00:44:24
  • Disponibile dal: /07/2005
  • Etichetta: Earache
  • Distributore: Self
Streaming non ancora disponibile

Ogni tanto, tra innumerevoli CD di death metaller ignoranti e di pseudo metalcorer posticci, la scena estrema partorisce album che esulano magicamente da ogni convenzione e categorizzazione, riuscendo ad ammaliare l’ascoltatore soltanto in virtù del loro essere estremamente fascinosi, indipendentemente da qualsiasi pacchiano quanto inutile orpello di contorno. E’ esattamente il genere di feeling che il sottoscritto reputa che sappia creare questo piccolo gioiello che risponde al nome di “A Celebration Of Guilt”, primo full length degli statunitensi Arsis, un duo formato dal cantante/chitarrista/bassista James Malone e dal batterista Michael Van Dyne. La band paga con questa sua prima fatica sulla lunga distanza un tributo alle sonorità tecniche e melodiche degli ultimi Death e Carcass, raccogliendo tra le intricate trame della propria musica perfino echi di certo black scandinavo (Immortal su tutti) e qualche influenza del melodic death svedese più evocativo e suadente, abilmente uniti in un insieme scorrevole e funzionale, sognante e al contempo oscuro, articolato e violento (niente clean vocals!), anche se “infangato” da un paio di pezzi decisamente sottotono rintracciabili nel finale di tracklist. La maggior parte dei brani comunque è veramente ispirata e convincente, la preparazione tecnica del duo è di tutto rispetto, la produzione è ottima e lo stesso si può dire della criptica veste grafica con la quale è confezionato il dischetto. Dunque, a parte qualche piccola pecca dovuta senz’altro al fattore esperienza, “A Celebration Of Guilt” si configura come un album altamente interessante e competitivo, che magari non sarà in grado di elevare gli Arsis a nuovi paladini dell’estremismo sonoro intelligente ma che di sicuro permetterà loro di raggiungere i piani alti del genere. Aggiungere un ‘+’ al voto.

TRACKLIST

  1. The Face Of My Innocence
  2. Maddening Disdain
  3. Seven Whispers Fell Silent
  4. Return
  5. Worship Depraved
  6. Carnal Ways to Recreate the Heart
  7. Dust and Guilt
  8. Elegant and Perverse
  9. The Sadistic Motives Behind Bereavement Letters
  10. Looking to Nothing
  11. Wholly Night
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.