ARSIS – United In Regret

Pubblicato il 01/05/2007 da
voto
7.0
  • Band: ARSIS
  • Durata:
  • Disponibile dal: 28/04/2007
  • Etichetta: Willowtip Records
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

È un vero peccato che, sino ad ora, agli Arsis sia mancato sempre quel pizzico in più di continuità che potesse metterli nelle condizioni di realizzare un vero capolavoro. Il debut album “A Celebration Of Guilt” era un lavoro validissimo, ma alfiere anche di un paio di episodi piuttosto sottotono… e purtroppo la storia si ripete anche con questo “United In Regret”, lavoro che all’inizio incanta come pochi altri dischi death metal usciti negli ultimi tempi, ma che poi lascia spazio ad un altro paio di pezzi un po’ sotto la media, i quali penalizzano lievemente la riuscita complessiva del platter. Deve però essere chiaro sin da ora che stiamo comunque parlando di un album tutto sommato molto bello e avvincente, in cui gli Arsis mettono nuovamente in mostra tutte le loro notevoli doti tecniche e un songwriting che parte esattamente da dove “A Celebration…” si era concluso, ma che riesce al tempo stesso ad offrire alcune novità. Se infatti gli Arsis del debut album mescolavano death metal tecnico, melodic death e alcune repentine puntate in territori black-death, questa volta il loro sound – pur rimanendo classificabile come death metal tecnico – è assai più heavy, diretto e, in generale, privo di fronzoli. L’attitudine e molte delle ritmiche sono infatti palesemente thrash e, anche se i riff sono spesso molto tecnici e complicati, le sezioni che questi ultimi costruiscono appaiono quasi sempre immediate o comunque mai troppo cervellotiche. Volete farvi un’idea? Provate a dare un ascolto alle prime quattro/cinque tracce del CD e, soprattutto, a “Oh, The Humanity”… tra riff taglienti, melodie fulminee e sprazzi di groove sarà impossibile non lasciarsi conquistare. In chiusura, va però purtroppo sottolineato come “United In Regret” non sia ancora ufficialmente disponibile in Europa: la Willowtip Records aveva raggiunto un accordo con la Earache per la pubblicazione del debut, ma, a quanto pare, questo accordo non è stato rinnovato per “United In Regret”. In ogni caso, gli Arsis hanno di recente siglato un contratto con la Nuclear Blast Records, quindi il loro prossimo lavoro sarà di certo pubblicato ovunque. Li aspettiamo quindi a breve con un nuovo album, sperando che riescano a limare una volta per tutte certe imperfezioni!
 
N.B. Il voto è 7+.

TRACKLIST

  1. Oh, The Humanity
  2. ...And the Blind One Came
  3. United in Regret
  4. I Speak Through Shadows
  5. Lust Before The Maggots Conquest
  6. The Marriage Bed
  7. The Cold Resistance
  8. The Things You Said ( Depeche Mode cover )
  9. Hopeless Truth
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.