ARTAS – The Healing

Pubblicato il 30/09/2008 da
voto
7.0
  • Band: ARTAS
  • Durata: 00:51:00
  • Disponibile dal: 26/09/2008
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

L’effetto è a dire il vero un pò spiazzante: la (splendida) copertina “epica” potrebbe essere quella di un disco power metal e anche il nome/logo del gruppo e il titolo del disco fanno pensare a qualcosa su quella scia… e invece dopo pochi secondi ci si rende conto di trovarsi di fronte a un disco di metal moderno, con influenze che vanno dal cyber thrash al melodic death scandinavo, passando per il prezzemolino metal-core. Tredici brani ai quali gli austriaci Artas danno vita in modo deciso, non risparmiandosi in quanto ad attitudine. Pur con riferimenti tutto sommato scoperti – Fear Factory, Soilwork e Heaven Shall Burn in primis – e a tratti simili a decine di altre band del settore, il quintetto riesce ad assemblare un disco che evita di cadere troppo in certi cliché, riuscendo quindi a evitare in gran parte le paludi della monotonia. Merito probabilmente, oltre che di una buona ispirazione in sede di riffing di chitarra, di una certa gamma di accorgimenti adottati qua e là: una sezione ritmica mai piatta, un’interpretazione vocale a volte vagamente bizzarra – sia a livello di soluzioni che di lingue adoperate (inglese, tedesco e spagnolo) – qualche sconfinamento industrial e flirt appena accennati con il cosiddetto nu/modern metal americano (Disturbed soprattutto). Senza contare la cover di “Gansta’s Paradise” di Coolio! Chi scrive ha sempre detestato l’originale, ma c’è da dire che questa versione è piuttosto simpatica. Il tutto, comunque, confezionato in una produzione potentissima curata dal sempre più richiesto Jacob Hansen (Raunchy, Heaven Shall Burn, etc). Non dei “fenomeni”, certo, ma una band che ha un po’ di carte in regola per farsi valere o comunque per non lasciarsi risucchiare nel totale anonimato.

TRACKLIST

  1. Barbossa
  2. Bastardo
  3. Gansta's Paradise ( Coolio cover )
  4. The Healing
  5. Fick das Fett
  6. Rhagenfels
  7. Through Dark Gates
  8. Blutù
  9. The Butcher's Guilt
  10. Kontrol
  11. From Dirt We´ll Rise
  12. I Am Your Judgement Day
  13. A Song of Ice and Fire
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.