AS IT BURNS – Mortal Dusk

Pubblicato il 17/10/2003 da
voto
3.0
  • Band: AS IT BURNS
  • Durata:
  • Disponibile dal: 17/10/2003
  • Etichetta: Cold Blood Industries
  • Distributore:

Né carne, né pesce. Se fosse una delle due, almeno si potrebbe mangiare. Purtroppo abbiamo a che fare con l’ennesima formazione di metal estremo (?) che tenta la fortuna con un nuovo mirabolante miscuglio di death, thrash, symphonic black, classic heavy e chi più ne ha, ne metta. Siamo stanchi. Profondamente stanchi ed annoiati di avere a che fare con gente così. Non ce la facciamo più a dover acquistare sempre lo stesso disco con nomi e titoli riciclati da Possessed, Venom e Celtic Frost, fatto da bambini che giocano a fare i satanisti della domenica e che con singolari amalgami di generi, ehm, differenti, vorrebbero anche convincerci di aver inventato chissà quale formula magica. Sempre la solita, vecchia, noiosa merda. Gli As It Burns non valgono molto: attitudine zero, testi insignificanti e tasso artistico non rilevabile. Per di più, le trovate ‘originali’ (ossia delle tastiere talmente bislacche che neanche nei dischi dei Domine riuscireste a sentire), che dovrebbero colorire il loro fieramente omologato concentrato di death/heavy/thrash, si concretizzano in una pacchianata di prim’ordine, come raramente mi era capitato di ascoltare in vita mia. Qualcuno li apprezzerà, di certo – non so su quali basi, ma ormai non mi stupisco più di nulla e nessuno. Qualcun altro bestemmierà per tutto il tempo della seduta di ascolto, come accaduto al sottoscritto. Spazio alle new sensation: quelle vere, però.

TRACKLIST

  1. Mortal Dusk
  2. Selective Amnesia
  3. God Is A Souvenir
  4. Holy Waste
  5. Silent Might
  6. Eternal
  7. Suicide Prophet
  8. The Pulse Of Anger
  9. A Tortured Face
  10. The Skintrade
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.