ASHENT – Deconstructive

Pubblicato il 20/08/2009 da
voto
7.5
  • Band: ASHENT
  • Durata: 00:49:42
  • Disponibile dal: //2009
  • Etichetta: Lion Music
  • Distributore: Frontiers

Non è di certo facile riuscire a dare la propria impronta ad un album di prog metal senza correre il rischio di proporre melodie che altro non sono se non il riciclo di altri lavori, serve personalità oltre che talento; qualità che i nostrani Ashent dimostrano di avere ben impresse nel loro dna. “Deconstructive”, opera musicale che giunge a due anni di distanza da “Flaws Of Elation”, è un disco di prog metal che però non si accontenta di finire in quel pentolone che protremmo definire anonimato, dove trovano spazio una miriade di lavori che sono pura emulazione dei soliti noti. Gli Ashent infatti dimostrano di voler ricercare una propria strada musicale, lasciando aperta la porta a diverse contaminazioni di generi che vanno dal power al thrash, senza dimenticare il death metal. Una scelta coraggiosa e ambiziosa, che conferma come questi ragazzi abbiano non solo voglia, ma anche tutte le carte in regola per potersi imporre a livello internazionale; una proposta variegata, dove trova spazio la sperimentazione musicale di qualità, sinonimo di una maturità musicale non indifferente. Dodici brani di assoluto valore, dalla struttura complessa che sfiora diversi generi della musica estrema, non disdegnando lunghe parti strumentali e facendo del singer americano Steve Braun un assoluto protagonista. Un album che potrebbe porre le basi per un futuro da protagonista per questa band originaria di Venezia, che lascia intravedere ulteriori margini di miglioramento: già, perché pur trovandoci di fronte ad un ottimo lavoro, qualcosa si può ancora migliorare, soprattutto in sede di songwriting e di gestione dei diversi generi commistionati. Poco male, questo “Deconstructive” merita di essere acquistato ed ascoltato con cura, un raggio di luce che va ad illuminare di luce propria il panorama del prog metal, e che ben ci fa sperare per il futuro. Continuiamo a seguire gli Ashent e soprattutto diamo fiducia a questa nuova importante realtà del prog metal.

TRACKLIST

  1. Sinking Beneath
  2. Imperfect
  3. Ephemera
  4. To Develop Self-Creativity
  5. The Resonance Of Life
  6. Cassandra
  7. Spectral Vanity
  8. How Could It Feel Like This?
  9. Ebb And Flow Of Awareness
  10. Starlinked Innerness
  11. Eclipsing Binary
  12. Music For Departure
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.