ASMEGIN – Arv

Pubblicato il 15/12/2008 da
voto
6.0
  • Band: ASMEGIN
  • Durata: 00:42:18
  • Disponibile dal: 28/11/2008
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Sempre per l’austriaca Napalm Records, con la quale la band norvegse degli Asmegin ha firmato un contratto valido per ben quattro album, esce il nuovo album pagan metal intitolato “Arv”. Dopo il tanto decantato debut “Hin Vordende Sod & So”, ma che in realtà non era niente di sensazionale, gli Arvind arrivano sull’onda di un modesto successo all’appuntamento con l’album che li dovrebbe affermare all’interno della scena pagan metal. La missione sembra fallita e gli Asmegin vedono ridimensionate le loro aspirazioni, non è bastato infatti il notevole cambio di sonorità inferto al nuovo CD “Arv”. La band in questo periodo non è stata immune dai cambi di line up, ad esempio non c’è più Lars Nedland, già Borknagar e Solefald. Forse questi cambi hanno portato gli Arvind a modificare sensibilmente il proprio sound. Quel lato così tanto amato dai fan, cui piace l’elemento folk introdotto nel metal, è stato limitato parecchio per non dire che è stato soppresso quasi del tutto. L’atmosfera anche allegra, un po’ da festa pasana, che dominava nel debut album, ora ha lasciato lo spazio ad un pagan metal più pesante, un po’ artificioso e davvero poco incisivo. Si può dire che gli Asmegin siano maturati e che non cerchino più soltanto di emulare gli Storm, ma abbiano iniziato a tracciare una strada indipendente, ma il gruppo sembra mancare di un requisito fondamentale: il talento. Pochi sono i brani che trasmettono davvero forti emozioni, inesistenti sono i ritornelli capaci di cementare la musica nella testa dell’ascoltatore. Ci sono sempre diversi strumenti classici, acustici e tradizionali e synth ad impreziosire un po’ una minestra insipida, a cui mancano diversi ingredienti. Le parti lente, un po’ pesanti e marcatamente death metal, non riescono a infondere energia ai brani e pertanto le linee evolutive proposte in questa release della band non si sviluppano in maniera convincente. Ai molti il debut piacerà assai di più, per quel suo invadente lato folk sulla scia di altri gruppi nordici come Storm, Otyg, Finntroll e via discorrendo; per certi versi “Arv” vuole staccarsi da quel treno i cui binari portano sempre nella stessa direzione, ma al momento gli Asmegin non sono ancora così maturi da addentrarsi con successo in un pagan metal più ‘ragionato’… di gruppi come Borknagar in giro ce ne sono sempre troppo pochi. Un gruppo che delude e che perde paradossalmente quel poco di identità che aveva proprio quando cerca di suonare in maniera meno banale. Solo per fan sfegatati di pagan/folk metal.

TRACKLIST

  1. Fandens Mælkebøtte
  2. Hiertebrand
  3. Generalen Og Troldharen
  4. Arv
  5. Yndifall
  6. Gengangeren
  7. Prunkende, Stolt I Jokumsol
  8. En Myrmylne
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.