ASPASIA – Chasing The Sunset

Pubblicato il 31/12/2012 da
voto
6.5
  • Band: ASPASIA
  • Durata: 00:15:09
  • Disponibile dal: 04/11/2012

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

Del tutto moderna e al passo dei tempi è la proposta dei torinesi Aspasia, giovanissimo quintetto nato da un paio d’anni e, fin dalle foto promozionali e dal look, ben accostabile alle correnti giovanili del metal-, del death- e soprattutto dello screamo-core. “Chasing The Sunset” è il loro primo vagito discografico, un’autoproduzione dalla breve durata che li presenta piuttosto bene, anche grazie ad un vigoroso lavoro svolto in studio di registrazione e in fase di mixaggio. Da testare come sempre, ovviamente, sarebbe la resa live della band, in un genere che nasce, si sviluppa e sopravvive grazie alle costanti esibizioni dal vivo dei propri esponenti. Ma veniamo in fretta alle composizioni dei ragazzi: innanzitutto non ci sono grandissime differenze tra i cinque episodi componenti “Chasing The Sunset”, con forse la sola esclusione di “Dead Ends”, brano che non contiene un ritornello in voce pulita ma che si attesta comunque su un metal-core melodico e potente molto diffuso oggigiorno e negli anni addietro. L’originalità non è certo, difatti, il punto forte dei nostri piemontesi; il gruppo è però giovane e può (e dovrebbe!) rapidamente sviluppare una maggiore personalità. I riff, i breakdown mosh e i cambi di tempo sono quelli soliti del (sotto)genere, in canzoni che richiamano una moltitudine di nomi noti e meno noti, fra i quali inseriamo volentieri anche gli ultimi In Flames, per un certo gusto della melodia molto simile a quello in auge ai maestri svedesi. Piacciono sufficientemente i chorus in clean vocals del chitarrista Daniele Campana, parti che vanno a completare lo scream-growl di Mattia Casabona, anch’egli discretamente convincente. “The Time To Hide Is Over” e l’opener “Down To The Core” ci paiono i pezzi più riusciti e piacevoli del piccolo lotto udibile in “Chasing The Sunset”, mentre la conclusiva “My Constellation”, scelta fra l’altro per farci un video da distribuire in rete, al contrario risulta a nostro parere la track più debole e meno ‘illuminata’. Un buon demo, dunque, per quei giovani d’oggi che ancora non si sono stancati di vedere spuntare come funghi formazioni dedite a metal-core e affini. Speriamo per gli Aspasia non sia troppo tardi, insomma. Intanto in bocca al lupo!

TRACKLIST

  1. Down To The Core
  2. The Time To Hide Is Over
  3. Memories Last Forever
  4. Dead Ends
  5. My Constellation
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.