ASTRAL DOORS – New Revelation

Pubblicato il 13/11/2007 da
voto
7.0
  • Band: ASTRAL DOORS
  • Durata: 00:47:34
  • Disponibile dal: 03/10/2007
  • Etichetta: Locomotive Music
  • Distributore: Frontiers
Gli Astral Doors non saranno certo un gruppo innovativo ma è altrettanto vero che sono una delle più valide classic metal band recentemente uscite allo scoperto. Il precedente “Astralism” permise loro non solo di conquistare i favori di critica e pubblico ma addirittura di accompagnare i Blind Guardian in tour. Il sestetto svedese non perse l’ocsasione per dimostrare le proprie qualità anche in sede live, evidenziando sia delle buone capacità tecniche che una compattezza propria di una band già matura. A distanza di poco più di un anno eccoli di nuovo sul mercato con questo “New Revelation”, un album che conferma quanto di buono si è finora pensato di loro. Un po’ più heavy del suo predecessore, la nuova release si muove sulle coordinate del metal classico con evidente riferimento ai gruppi nei quali ha suonato sua maestà Ronnie James Dio ed in particolare Rainbow e Dio. Il motivo di questo paragone è da ricercare soprattutto nella somiglianza vocale tra il piccolo Ronnie e il qui presente Nils Patrik Johansson, un cantante veramente notevole e che in questa occasione appare ulteriormente migliorato. La titletrack apre il disco nel migliore dei modi con il suo riffing diretto ed un chorus molto immediato. La prima metà del disco è molto valida, con brani riusciti e che hanno come unica pecca il fatto di essere abbastanza derivativi delle sopra citate band. “Pentecostal Bound” è il pezzo dalle ritmiche più incalzanti del disco, con una buona prestazione della coppia Mika Itäranta-Johan Lindstedt, rispettivamente bassista e batterista. A seguire il lento “Bastard Son”, impreziosito da una grande prova vocale di Johansson, tale da suscitare paragoni con due assi come Coverdale e Lande. Le ultime canzoni del lavoro non sono altrettanto convincenti ma si assestano comunque su livelli discreti. Soddisfacente la produzione con suoni nitidi e potenti. “New Revelation”, pur non essendo sorprendente come “Astralism”, è sicuramente adatto a chiunque voglia ascoltare undici tracce di heavy tradizionale molto ben suonato.

TRACKLIST

  1. New Revelation
  2. Freedom War
  3. Pentecostal Bound
  4. Bastard Son
  5. waiting for the master
  6. planet earth
  7. Quisling
  8. cold war survivor
  9. the gates of light
  10. shores of solitude
  11. mercenary Man
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.