ATHLANTIS – 02 02 2020

Pubblicato il 27/02/2020 da
voto
5.5
  • Band: ATHLANTIS
  • Durata: 00:49:59
  • Disponibile dal: 02/02/2020
  • Etichetta:
  • Diamond Productions
  • Distributore: Goodfellas

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

Nati nel 2003 da un’idea del bassista Steve Vawamas (Mastercastle ed ex Shadows of Steel), gli Athlantis hanno visto i loro esordi caratterizzati da un power metal all’italiana con ritmi veloci, tastiere e melodie di facile presa. I tempi sono cambiati ed ora a distanza di solamente un anno da “The Way To Rock ‘N’ Roll”, ecco arrivare il sesto disco in studio della band tricolore. “02.02.2020” è il titolo scelto per questa release, data palindroma che corrisponde anche al giorno esatto di rilascio. La proposta sonora degli Athlantis vira verso un power/heavy metal piuttosto robusto, cupo e potente caratterizzato da ritmi abbastanza sostenuti ma mai rapidi e con un approccio a tratti aggressivo come dimostra subito l’iniziale “Life in Your Hand”. L’ugola di Davide Dell’Orto (Drakkar, Verde Lauro) ci mette del suo per costruire mattone su mattone questo sound roccioso grazie ad un cantato sporco e ruvido – ma allo stesso tempo anche fin troppo lineare – che troviamo durante tutta la durata del disco.
“02.02.2020” è un lavoro che fatica a decollare colpa di una tracklist poco dinamica dove i ritmi si mantengono sempre più o meno costanti: difficile incontrare infatti qualche accelerazione oppure dei passaggi più riflessivi, eccezion fatta per la lenta “Someday Love Will Come My Way” che arriva verso la fine. “Light Of Love” prova a cambiare leggermente registro con un refrain più frizzante mentre con la successiva “Dancing Shadows” le tastiere di Stefano Molinari ci riaccompagnano verso un sound di stampo eighties, ma nel complesso le idee che affiorano durante l’ascolto di “02.02.2020” sono davvero poche. Nessun riff o melodia sono in grado di destare attenzione; ad ogni passaggio sullo stereo cresce la sensazione che questo sia un lavoro capace di rimanere a galla solamente grazie alla tecnica e all’estro dei musicisti coinvolti. Il buon gusto e la classe nei solo di chitarra firmati Pier Gonella e alcuni giri di basso segnati dal leader Steve Vawamas sono davvero troppo poco per meritare l’interesse di un mercato sempre più affollato. Speriamo quindi in una pronta ripresa da parte degli Athlantis magari dedicando maggior tempo alla composizione del prossimo materiale.

 

TRACKLIST

  1. Message to All
  2. Life in Your Hand
  3. Light of Love
  4. Dancing Shadows
  5. Fire and Ice
  6. The Fly of the Eagle
  7. ...Anche questo è Rock’n’Roll
  8. Words are Weapons
  9. Someday Love will Come my Way
  10. 02022020
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.