ATHORN – Phobia

Pubblicato il 29/10/2010 da
voto
5.5
  • Band: ATHORN
  • Durata: 00:49:59
  • Disponibile dal: 17/09/2010
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

I cinque ragazzi che hanno dato vita al nuovo progetto chiamato Athorn sono i classici onesti mestieranti tedeschi, che hanno fatto una gavetta più o meno lunga in band minori ed ora tentano di giocare la carta vincente, facendo leva anche su un interessante contratto con la AFM Records. Il nome più noto del quintetto è quello di Carsten Frank, cantante dalla timbrica robusta che si era fatto conoscere ed apprezzare nei Galloglass, ora in pausa di riflessione. I nostri per questo esordio sulla lunga distanza scelgono la strada del thrash metal contaminato da immancabili elementi power e da un’aura modernista che si rifà palesemente ad ultimi In Flames e Soilwork. Diciamolo subito con chiarezza: gli Athorn suonano bene, offrono qualche spunto interessante ma il tutto è talmente impersonale, dispersivo e derivativo che pare quasi di stare ascoltando una cover band. La mancanza di personalità ammanta tutti i brani di “Phobia”, andando ad incidere in maniera rilevante sul giudizio finale. L’album è costruito in gran parte su dei mid tempo rocciosi e dinamici, sopra i quali la bella voce di Frank interpreta gradevolmente le linee vocali. Mano a mano che le canzoni si succedono l’ascoltatore non può fare a meno di pensare a Metallica, Rage, Soilwork, In Flames, Savatage, Iron Maiden, Grave Digger e chissà quante altre band. I momenti migliori arrivano all’altezza di “Humanize The Demon” e della conclusiva “Schizophrenia”; la prima è un mid tempo pesante con classico chorus melodico ed un buon costrutto a livello chitarristico, la seconda un discreto tentativo di mediazione tra il death melodico, il thrash e alcune melodie maideniane. Decisamente sotto la media invece “After The End”, con una pessima accelerazione death-oriented e “The Ferryman”, un power thrash piuttosto evocativo ma assolutamente inconcludente. Le rimanenti canzoni magari meritano la sufficienza, ma nulla più. Se siete dei die hard fan dei generi e delle band succitate magari date un ascolto a “Phobia”, ma sappiate che, dietro un buon sound ed  un’esecuzione perfetta, c’è davvero poco.

TRACKLIST

  1. Angel Of The Fall
  2. Emperor Of Ruins
  3. Humanize The Demon
  4. Phobia - Prologue
  5. Phobia
  6. After The End
  7. A Matter Of Time
  8. From Beyond
  9. The Ferryman
  10. Schizophrenia
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.