ATRÆ BILIS – Apexapien

Pubblicato il 05/10/2021 da
voto
7.5
  • Band: ATRÆ BILIS
  • Durata: 00:31:41
  • Disponibile dal: 08/10/2021
  • Etichetta:
  • 20 Buck Spin
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Gli Atrae Bilis sono l’ennesima, talentuosa, realtà canadese che sta cercando di imporsi all’attenzione del pubblico death metal. Non esordienti assoluti, ma certamente alla ribalta dopo il buon successo riscosso dal primo EP “Divinihility” e dal recente contratto con 20 Buck Spin, i quattro di Vancouver dimostrano con questo nuovo “Apexapien”, full-length che in verità dura soltanto una decina di minuti più del mini di esordio, di avere ancora intenzione di arricchire il proprio bagaglio di crescita e creatività. Il disco vede infatti la formazione ulteriormente maturata verso un suono più ampio e strutturato, perfino atmosferico, senza però perdere quella freschezza e quell’esuberanza tipiche delle realtà agli inizi.
Già in sede di presentazione la casa discografica sottolinea come gli Atrae Bilis traggano influenza da diversi sottogeneri estremi e infatti, durante l’ascolto dei brani, non sarà raro ritrovarsi in un luogo diverso rispetto a quello di partenza. Di primo acchito, le suggestioni che il sound riporta alla mente potrebbero scomodare quel mood di puro abbandono meditativo caro a Ulcerate, Zhrine o certi Disentomb, grazie in primis a delle chitarre che sferragliano e si contorcono, tuttavia la band, pur mettendo in mostra una indubbia tendenza a deviare verso toni torbidi (sottolineati anche da dei cori puliti molto interessanti), in ogni traccia trova pure il modo di caricare a testa bassa, raddrizzando il riffing e rivendicando un forte legame con quel carattere sì tecnico, ma anche più istintivo vicino ai connazionali Cryptopsy o ai Decapitated dei primi anni Duemila. “Apexapien” tenta insomma prima di sedurre e poi di soggiogare l’ascoltatore, cercando continuamente di deviare verso altri universi death metal lungo il proprio percorso. Si nota quindi come il quartetto abbia voluto elevare l’impatto emozionale del suono, restando però aggrappato a ritmiche che inchiodano ossessive e che piombano addosso creando una sorta di spazio immateriale e violento. Un’aura cupa e misteriosa attraversa questo debut album degli Atrae Bilis, ma una produzione piena e lucente ne esalta i momenti più groovy e le soluzioni maggiormente melodiche e creative, facendolo quasi risultare orecchiabile a orecchie abituate alle peggio atrocità sonore.
Un mix dunque interessante, certo raccomandabile a chi desidera avere la possibilità di addentrarsi in mondi sonori più ricercati e rarefatti senza perdere del tutto di vista la sostanza death metal.

TRACKLIST

  1. Theta
  2. Lore Beyond Bone
  3. By the Hierophant's Maw
  4. Open the Effigy
  5. Bacterium Abloom
  6. Into the Seas of Sepsis
  7. Hymn of the Flies
  8. To Entomb the Aetherworld
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.