ATROCIOUS ABNORMALITY – Formed In Disgust

Pubblicato il 14/04/2016 da
voto
7.0
  • Band: ATROCIOUS ABNORMALITY
  • Durata: 00:29:35
  • Disponibile dal: 04/03/2016
  • Etichetta: Comatose Music
  • Distributore:

Quante volte abbiamo sentito parlare di album “fatti da fan, per i fan”? Un numero impressionante di uscite viene accompagnata da questa dizione, talvolta persino con troppa enfasi. Ebbene, per questa volta, potete stare tranquilli circa la veridicità di tale affermazione: nessuno infatti, più di Steve Green (fondatore e proprietario dell’oramai storica Comatose Music) può considerarsi un vero maniaco del metallo pesante, e se questo simpatico energumeno decide di prendere in mano chitarra e microfono e fondare una band di sua iniziativa simile nelle intenzioni alla totalità del catalogo Comatose, possiamo già scommettere in partenza circa la bontà del risultato raggiunto. A dir la verità, già con i Lust of Decay, primo esperimento death metal che vedeva Green coinvolto in prima persona, gli animi si erano scaldati non poco sui primi anni del 2000, ma è con gli Atrocious Abnormality, soprattutto con questo “Formed In Disgust” che il concept dell’americano assume finalmente fattezze parimenti brutali e complete. Che si scelga di andar via con strutture fluidi e veloci (“Exterminates The Apostles”, “Erotic Tales Of Disembowelment”), di complicare ritmicamente il filo musicale con passaggi più articolati (“Storm Of Ash”, “Formed In Disgust”) o semplicemente di mettere in atto dei puri assalti “slam” di ignoranza senza complimenti (“The Inevitable Undoing”, “Incestry”) ci troviamo sempre al cospetto di materiale credibile e convincente, scevro da trovate trendy o particolari quanto piuttosto completamente immerso concettualmente nel florido sottobosco death metal a stelle e strisce che tante gioie ha saputo regalare negli ultimi quindici anni agli appassionati di questo filone. Oltre all’ingombrante figura del frontman, comunque, è da non sottovalutarsi l’imponente prestazione alla batteria di Brent Williams, a suo agio in tutti i vari momenti dell’album, da quelli più sparati e tecnici ai breakdown carichi di groove che sovente si affacciano nelle canzoni, e quella eccellente delle cinque corde di James O’Neal, un vero mattatore delle basse frequenze capace di uscire però dal seminato con interessanti fraseggi sulle corde alte che aumentano non poco lo spettro sonoro di tutto “Formed In Disgust”. Come detto, ci troviamo al cospetto di un power trio death metal composto da dei veterani del settore, perfettamente consci di quanto accaduto intorno a loro negli ultimi decenni e capaci inventori di musica perfettamente inquadrabile entro i canoni richiesti in queste situazioni. Manca forse l’irruenza, la carica innovatrice che alcune giovani band stanno portando allo scoperto ultimamente (Wormed su tutti), ma questo non intacca assolutamente un’uscita competente e coinvolgente, foriera di qualche bella idea e priva di cali di tono o uscite infelici in tutta la sua durata. Un album fatto da fan per i fan appunto, e con questo abbiamo detto tutto.

TRACKLIST

  1. Failed Apocalypse
  2. Exterminate The Apostles
  3. Storm Of Ash
  4. Erotic Tales Of Disembowelment
  5. Formed In Disgust
  6. Bound For Damnation
  7. The Inevitable Undoing
  8. Echoes Of The Rotting
  9. Incestry
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.