ATROCITY – Werk 80 I I

Pubblicato il 06/03/2008 da
voto
6.5
  • Band: ATROCITY
  • Durata: 00:46:19
  • Disponibile dal: 03/03/2008
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

A ben undici anni dal primo tentativo, gli Atrocity decidono di dare un seguito all’amato/odiato progetto “Werk 80”, confezionando un nuovo album di cover di immortali hit di quella decade. Parecchi loro fan avrebbero probabilmente preferito vedere la band tedesca dare alle stampe un vero e proprio nuovo full-length (soprattutto alla luce dei buoni risultati ottenuti con l’ultimo “Atlantis”), ma ormai è noto quanto gli Atrocity siano una formazione a dir poco eccentrica. Quindi lasciate perdere per un attimo il death metal orchestrale dell’ultima pubblicazione e preparatevi a immergervi in un mondo di synth, ritornelli ruffianissimi e tanta, tanta orecchiabilità. Chi scrive è cresciuto anche con questa musica, quindi deve ammettere che non gli è proprio dispiaciuto ascoltare delle versioni “metallizzate” di classici come “Relax” dei Frankie Goes To Hollywood o di “Such A Shame” dei Talk Talk. Tra l’altro, a differenza del primo capitolo, il gruppo ha cercato di rivisitare molti di questi pezzi in chiave realmente metal, facendo anche largo uso di orchestrazioni proprio come in “Atlantis”. Sul primo “Werk 80”, invece, tutto aveva un feeling molto più moderno e pseudo-rammsteiniano, tanto che alla lunga l’ascolto del CD stancava un po’. Inoltre, la tracklist di questo “II” è tutto sommato più competitiva: undici anni fa si segnalavano quasi solamente la monumentale “Shout” dei Tears For Fears e “Wild Boys” dei mitici Duran Duran, mentre questa volta si è alle prese con una lunga serie di hit una più memorabile dell’altra. Alcune cover appaiono davvero riuscite, altre meno (soprattutto a causa dei palesi limiti vocali di Alex Krull), ma, nel complesso, i risultati sono decisamente migliori. Insomma, come per tutti gli album di cover, non si può fare a meno di raccomandare l’acquisto soltanto ai die-hard fan della band, però, al tempo stesso, questa volta ci preme sottolineare come “Werk 80 II” sia un CD davvero divertente! Ora andiamo tutti a riguardare “Sposerò Simon Le Bon”!

TRACKLIST

  1. People Are People ( DEPECHE MODE )
  2. Smalltown Boy ( BRONSKI BEAT )
  3. Relax ( FRANKIE GOES TO HOLLYWOOD )
  4. Don’t You Forget About Me ( SIMPLE MINDS )
  5. The Sun Always Shines on TV ( A-HA )
  6. Hey Little Girl ( ICEHOUSE )
  7. Fade To Grey ( VISAGE )
  8. Such A Shame ( TALK TALK )
  9. Keine Heimat ( IDEAL )
  10. Here Comes The Rain Again ( EURYTHMICS )
  11. Forever Young ( ALPHAVILLE )
  12. Feels Like Heaven ( FICTION FACTORY )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.