ATTICK DEMONS – Daytime Stories… Nightmare Tales

Pubblicato il 19/10/2020 da
voto
5.0
  • Band: ATTICK DEMONS
  • Durata: 00:49:15
  • Disponibile dal: 25/09/2020
  • Etichetta:
  • ROAR! Rock Of Angels Records

Spotify:

Apple Music:

I portoghesi Attick Demons divennero noti diversi anni fa a causa di un video fake che circolava su YouTube: una loro canzone venne spacciata come un inedito degli Iron Maiden, portando moltissime persone a ‘cascarci’. In realtà il brano proveniva da “Atlantis”, l’album d’esordio degli Attick Demons: un lavoro di classicissimo heavy metal di derivazione maideniana (per utilizzare termini eufemistici), caratterizzato dalla voce di Artur Almeida, incredibilmente simile (leggasi: identica) a quella di Bruce Dickinson.
Questo “Daytime Stories… Nightmare Tales” è il terzo full-length del combo portoghese, e propone ancora una volta la stessa formula: un sound completamente devoto alla lezione degli Iron Maiden, pescando in lungo e in largo dalla discografia della Vergine di Ferro, con un Almeida sempre più vicino al timbro di Dickinson.
È necessario però sottolineare come alcuni tentativi di personalizzazione compositiva vengano qui messi in atto. Se brani come l’opener “The Contract”, “Renegade”, “Headbanger” e “O Condestavel” potrebbero tranquillamente risultare degli inediti maideniani, in diversi momenti del disco ci sono scelte che provano a discostarsi da questo imprinting stilistico asfissiante: episodi come le fasi strumentali di “Make Your Choice”, i chorus ariosi di “Devil’s Crossroad” o i riff di “The Revenge Of The Sailor King” (l’unico brano effettivamente godibile del lotto) e “Running” dimostrano una vicinanza a un power metal energico accostabile agli Helloween del primo ‘periodo-Deris’. Nulla di particolarmente ricercato, ovviamente, ma nell’economia dell’album si tratta dei momenti più piacevoli e meno piattamente derivativi.
Al netto di ciò, resta comunque inconfutabilmente presente lo spettro dei maestri inglesi, specialmente a causa delle vocals: il timbro e le melodie vocali di Almeida sono troppo – troppo! – poco personali, troppo calcate sul modello di Dickinson, tanto da far sembrare il tutto un progetto del tipo ‘Come sarebbe se Bruce Dickinson cantasse con…’.
La produzione non aiuta il progetto a decollare: piatta, impersonale, infiacchita da un sound chitarristico per nulla incisivo sorretto malamente da una sezione ritmica per nulla valorizzata. Nonostante la band provi a discostarsi dalla propria natura segnata dall’epigonismo più sterile, la centralità viene data alle voci anche nella gestione del sound: questo ammanta l’intero album di una grottesca patina di emulazione, tanto da spingere l’ascoltare a chiedersi che senso abbia proporre qualcosa di simile, nel 2020.
Le capacità tecniche dei singoli elementi del combo sono evidenti – e anche Almeida, senza dubbio, potrebbe trovare altrove una sua dimensione artistica più personale: ma gli Attick Demons sembrano rappresentare soltanto un modo per dare vita a una passione musicale, quasi un’alternativa alla realizzazione di un’ennesima tribute band. Questo è un peccato, anche perché difficilmente c’è da aspettarsi qualcosa di diverso dagli eventuali album futuri di questa band.

TRACKLIST

  1. The Contract
  2. Make Your Choice
  3. Renegade
  4. The Revenge Of The Sailor King
  5. Hills Of Sadness
  6. Headbanger
  7. Devil's Crossroad
  8. O Condestavel
  9. Running
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.