AUTOPSY – The Tomb Within

Pubblicato il 27/10/2010 da
voto
7.5
  • Band: AUTOPSY
  • Durata: 00:20:01
  • Disponibile dal: 21/09/2010
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Halidon

Ci siamo! Dopo aver assaporato le due nuove, splendide tracce sulla reissue di "Severed Survival" e dopo che un manipolo di death metaller ha avuto l’opportunità di vederli live al Maryland Deathfest, finalmente i leggendari Autopsy tornano in pista, anche se solamente con un EP. "The Tomb Within", infatti, rappresenta la prima uscita ufficiale dal 1995 per la band di Chris Reifert e soci: risale a quel periodo infatti il quarto full length dei nostri, quello "Shitfun" che, ad onor del vero, era di qualità decisamente inferiore rispetto a quanto fatto in precedenza. Messi in un cassetto gli Abscess, i nostri si ripresentano quasi in formazione originale, ovverosia con Eric Cutler alla voce e alla chitarra, Danny Coralles all’altra chitarra, Reifert dietro le pelli e Joe Trevisano al basso, quest’ultimo già facente parte degli stessi Abscess. Inutile dire che il risultato finale di questa alchimia è del death metal primordiale e volgare, sgraziato e purulento, thrasheggiante e doomy allo stesso tempo, semplice ma efficacissimo, in due parole fottutamente old school. Questo volevamo dagli Autopsy e questo ci hanno dato. Alla fine quindi conta poco che i nostri partano all’assalto indiscriminato come nella title track o sprofondino negli abissi doom di "Mutant Village": l’efficacia e la freschezza del songwriting sono immutati rispetto ai primi tre imprescindibili album. Siamo pronti a chiudere un occhio anche su "My Corpse Shall Rise" che pare uscita direttamente dal songbook ottantiano degli Slayer, se successivamente la band ci regala una "Seven Skulls" che è forse il brano migliore del lotto, grazie a ritmiche in up tempo che vengono deturpate da quei rallentamenti che hanno reso mitici "Severed Survival" e "Mental Funeral" ed hanno influenzato generazioni di death metal band e non solo. Nella sostanza l’EP è mediamente ben riuscito e ci restituisce una band bel oliata e conscia delle proprie capacità. Gli Autopsy se ne fregano delle innovazioni, vanno avanti per la loro strada, sia per ciò che concerne le composizioni vere e proprie sia per l’utilizzo di un sound che è tutto fuorché perfetto e misurato! Lasciamo quindi che il death e la musica evolvano nelle più svariate direzioni, come è giusto che sia: l’essenza del death più puro, incontaminato e primigenio però rimarrà per sempre patrimonio di un manipolo di band delle quali gli Autopsy sono tornati ad essere i fieri capofila!

TRACKLIST

  1. The Tomb Within
  2. My Corpse Shall Rise
  3. Seven Skulls
  4. Human Genocide
  5. Mutant Village
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.