AXEMASTER – blessing in the skies

Pubblicato il 06/06/2007 da
voto
4.5
  • Band: AXEMASTER
  • Durata: 00:56:42
  • Disponibile dal: 26/06/2007
  • Etichetta: Burning Star
  • Distributore: Masterpiece

Streaming:

Originari dell’Ohio, gli Axemaster sono un gruppo oggi praticamente dimenticato dai più. Una band che non ha lasciato grossi ricordi quindi, complice sicuramente il fatto di non aver prodotto un’album realmente all’altezza del periodo. Infatti, molti dischi che sono stati pubblicati a metà degli anni ’80 sono oggi considerati dei capolavori assoluti, sorte che evidentemente non è toccata al qui presente “Blessing In The Skies”. Il gruppo ora è ritornato in formazione originale ed il loro primo lavoro ci viene oggi riproposto in versione rimasterizzata, con tanto di nuova copertina, bonus track e video. Influenzato da band quali Iron Maiden, Black Sabbath ma anche dalla corrente estrema che stava prendendo il largo sotto l’egida di gruppi quali i compatrioti Slayer, “Blessing In The Skies”, lascia interdetti a causa della superficialità con la quale fu composto, suonato e registrato. A scapito della rimasterizzazione, i suoni sono infatti paragonabili più ad una demo che ad un full length. I pezzi, dal canto loro, non evidenziano nulla di realmente valido da giustificarne l’appellativo di “disco di culto”. Non tutto è da buttare comunque, l’opener “The Prophecy/Golgotha”, con le sue oscure atmosfere ed il suo cadenzato ed oppressivo incedere, e le più heavy “Without A Trace” e “Crusades” si distinguono positivamente dal resto del disco. Certo, la voce sgraziata del cantante-bassista Christopher Michael non è certo il massimo ed in certi frangenti finisce per mettere in pericolo quanto di buono fatto su questo album, vedasi ad esempio “The Reaper”, un buon pezzo di classic heavy ottantiano ma rovinato da un ritornello cantato in maniera assolutamente approssimativa. “Rock Forever”, con la sua alquanto banale e scontata vena hard rock, si candida invece a tutti gli effetti come uno dei peggiori pezzi mai scritti. Se dovete recuperare del materiale da collezione, forse potreste anche pensare di accaparrarvi questa ristampa, ma se siete semplicemente alla ricerca di lavori validi degli anni ’80, il consiglio è di passare oltre… senza problemi.

TRACKLIST

  1. The Prophecy/golgotha
  2. blood of the temple
  3. rock forever
  4. without a trace
  5. crusades
  6. demon machine
  7. the reaper
  8. slave to the blade
  9. the predator
  10. heretical valor
  11. snake charmer
  12. the power
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.