AZAGHAL – Omega

Pubblicato il 03/06/2008 da
voto
8.0
  • Band: AZAGHAL
  • Durata: 00:44:54
  • Disponibile dal: 03/03/2008
  • Etichetta: Moribund Records
  • Distributore: Masterpiece

Speriamo proprio che “Omega” non metta la parola fine alla produzione discografica di questa ottima black metal band finlandese. Gli Azaghal, infatti, sigillano una carriera di tutto rispetto con un album fantastico e tremendamente black metal 100%! Noti ed apprezzati un po’ da tutti per quella loro coerenza al concetto vero di underground, gli Azaghal sono riusciti finalmente a sfornare l’album che tutti attendevano: un lavoro convincente dall’inizio alle fine con ogni brano capace di coinvolgere l’ascoltatore completamente grazie alla brutalità nichilista tipica del black metal più violento. La prima metà dell’album è da incorniciare, qui gli Azaghal fanno davvero sul serio e danno una bella lezione di stile a tanti gruppi nuovi emergenti che credono di sapere cosa sia il black metal, ma in realtà non sanno che tutto nasce dalla passione e dall’attitudine. Non solo, ci vuole anche bravura e la band di Narqath sa bene come si faccia a comporre una grande song black metal. Il riferimento potrebbe essere l’album del 2004, quel “Perkeleen Luoma” che deve ancora essere considerato come una delle migliori release prodotte dagli Azaghal in tutti questi anni di attività. Per fortuna nel nuovo “Omega” gli esperimenti thrash/heavy di “Codex Antitheus” non sono stati riproposti e così il nuovo album è puro black metal al 100% con i classici elementi Azaghal: nella prima parte della release c’è la violenza omicida del primo periodo, ma anche la geniale irrazionalità dello split “Uusi Suomalainen Black Metal Tulokas”; la seconda parte invece è più atmosferica, i ritmi da serrati diventano più calmi e si passa ad evocativi mid tempo velati da un riffing epico che ricorda molto da vicino i vecchi lavori dei Wyrd, guarda caso il progetto parallelo dello stesso Narqath, il principale compositore di entrambe le band. Narqath forse, avendo virato verso uno stile simile a quello dei primi Katatonia con i suoi ultimi Wyrd, vuole preservare le atmosfere presenti nei primi lavori del suo progetto parallelo e incastonarle in un album del suo main project Azaghal. Il risultato ottenuto è a dir poco superlativo. “Omega” è semplicemente uno dei migliori album black metal di tutto il 2008, inciso da una band che continua ammirevolmente ad essere in tutto e per tutto black metal underground. Da supportare!

TRACKLIST

  1. Tämän Maailman Prinssi
  2. Pirun Verta
  3. Quetzalcoatl
  4. Kuolonkäärme
  5. Vihani Raivoavina Valtamerinä
  6. Maailman Viimeinen Yö
  7. Kuolemankultti
  8. Tuhkaan Kirjoitettu
  9. Kaikkinäkevän Silmän Alla
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.