BASTARDOGS – No Pain No Gain

Pubblicato il 02/05/2014 da
voto
7.0
  • Band: BASTARDOGS
  • Durata: 00:36:53
  • Disponibile dal: 17/04/2014
  • Etichetta: Street Symphonies Records
  • Distributore: Andromeda

Debutto discografico per i Bastardogs, band genovese che punta tutto sulla nostalgia per i favolosi anni Ottanta. Il gruppo, fondato nel 2010, arriva oggi, dopo numerosi cambi di line up, a rilasciare questo “No Pain No Gain” per la Street Symphonies. Il sound proposto dai Bastardogs è quanto di più classico ci si possa immaginare, un mix delizioso tra innumerevoli band, Judas Priest d’annata, primi Iron Maiden, i Guns N’ Roses più duri di “Appetite For Destruction” ed i Motley Crue quasi heavy metal di “Shout At The Devil”, ma anche Twisted Sister, W.A.S.P. e Motorhead, che spesso vengono fuori prepotenti dai solchi del disco; certo, possiamo riscontrare anche influenze moderne, come Crashdiet (una canzone, “Edge Of Youth”, è dedicata al suicidio di Dave Lepard) o Hammerfall, che nel chorus dell’opener “N.U.S.U.” vengono praticamente plagiati per il ritornello di “Hearts On Fire”, ma sono influenze molto limitate. Il songwriting è concreto, non molto vario ma molto piacevole, e la prova strumentale dell’intera band è davvero buona; la voce sguaiata del cantante/chitarrista Bonne si integra alla perfezione con il muro di chitarre eretto con il compagno Andy K., e la sezione ritmica, composta da Cosme al Basso ed Atta alla batteria, spinge in maniera inarrestabile le canzoni di questo album. La produzione è forzatamente anticata, e suona decisamente vintage, lo-fi, vecchia scuola, usate la definizione che volete, tanto che ad un primo ascolto al buio si fatica a credere che questo sia un album uscito nel 2014. I Bastardogs lanciano uno sguardo verso un passato molto lontano, e lo fanno in maniera vincente.

TRACKLIST

  1. N.U.S.U.
  2. Sex Machine
  3. Last Night
  4. Bad Dogs
  5. Drinkin' My Brain Off
  6. Snakehead
  7. Edge Of Youth
  8. The Pit
  9. Bite You Down
  10. Zombietown
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.