BEARTOOTH – Disease

Pubblicato il 09/10/2018 da
voto
7.5
  • Band: BEARTOOTH
  • Durata: 00:41:20
  • Disponibile dal: 28/09/2018
  • Etichetta: Red Bull Records
  • Distributore: Edel

A soli quattro anni dal debutto “Disgusting” tornano i Beartooth con questo “Disease”, terzo disco che segna anche il terzo cambio di line-up con l’uscita del chitarrista Taylor Lumley e l’ingresso al suo posto d Zach Huston (ex-Like A Moth To The Flame). A non cambiare, oltre al centro di gravità permanente di Caleb ‘baby prodigio’ Shomo, è l’attitudine super-adrenalinica della band (non a caso sotto contratto con la Red Bull Records), che anche in quest’occasione concentra sui solchi digitali una massa di energia cinetica pronta ad esplodere appena premuto il tasto Play. Per la verità l’inizio, con i primi secondi quasi sussurati dell’opener “Greatness Of Death”, lascia un po’ spiazzati, ma subito dopo il pezzo esplode nel classico hardcore/punk-core cui ci hanno abituati, continuando il percorso di maturazione melodica iniziato con il precedente “Aggressive” e qui ancora più marcato in pezzi quasi emo / pop-punk come la titletrack, “Afterall”, “Believe” o “Clever”. Detto che il meglio i Beartooth lo danno in questa veste pop-core a là A Day To Remember, non mancano anche passaggi più ignoranti (“Bad Listener”, “Manipulation”) in cui Caleb Shomo, indossato il cappello da Frankie Palmieri, ci vomita addosso il suo malessere sulle note di un crossover ‘in your face’, mentre brani come “Enemy” o “Used And Abused” (con un attacco molto Bodomiano) rappesentano l’ideale congiunzione tra ritmiche pestone e chorus melodici. Al terzo giro di boa, non possiamo che confermare il giudizio precedente: se amate l’anthem-metal, i Beartooth sono un gruppo su cui puntare ad occhi chiusi e pugno alzato.

TRACKLIST

  1. Greatness or Death
  2. Disease
  3. Fire
  4. You Never Know
  5. Bad Listener
  6. Afterall
  7. Manipulation
  8. Enemy
  9. Believe
  10. Infection
  11. Used and Abused
  12. Clever
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.